Il MAF ha chiuso ma non si è fermato e opera sui social per trasformare questo ‘tempo sospeso’ in opportunità

52

Prosegue la sua azione in forma virtuale proiettato nella divulgazione della ruralità

FERRARA – Da quando la pandemia ha costretto alla chiusura dei Musei, il MAF – Centro di documentazione del mondo Agricolo Ferrarese (via Imperiale 263 a San Bartolomeo in Bosco/Ferrara) è stato obbligato ad interrompere le visite guidate e gli eventi culturali domenicali. Dopo una breve riflessione, e con la passione che lo contraddistingue, ha proseguito la sua azione in forma virtuale, proiettato sempre nella divulgazione della ruralità. Con particolare intensità a partire dall’inizio dello scorso mese di marzo, ha operato e opera sui più noti social, come Facebook e Instagram.

Il MAF ha inoltre trasformato questo “tempo sospeso” in una opportunità per rendersi ancora più attraente e fruibile dal pubblico: ha proceduto a una rilevante opera di riallestimento (con restauri conservativi di grande efficacia) di diverse sezioni espositive, alla cui visita diretta rimanderà a tempi migliori, ma che intanto ha anticipato grazie alle immagini pubblicate sui social.

Ma le novità che il MAF propone non si limitano a quanto appena descritto: da tempo, infatti, sta procedendo alla realizzazione di eventi virtuali per richiamare alla memoria, in una veste rinnovata, gli ormai collaudati e attesi eventi domenicali. Per questo motivo, ha registrato e sta registrando varie “rubriche” divulgative, alcune delle quali sono già virtualmente visibili. Il format di questi incontri, proposti in uno specifico canale You Tube (Mondo Agricolo Ferrarese), è in linea con le odierne esperienze comunicative. I temi affrontati in queste sue rubriche: le tradizioni (“Alla ricerca delle nostre radici”), il mondo delle scuole (“Il MAF fa scuola”), l’enogastronomia (“In cucina con Caterina e Fabio”), le biografie di personaggi (“Nei cassetti della memoria”), le presentazioni librarie e altri incontri (“A trebbo con…”), la meccanizzazione agricola (“La meccanizzazione agricola fra passato e futuro”). Introdotte dal presidente Pier Carlo Scaramagli, gli incontri sono curati da vari collaboratori: Maria Roccati, Caterina Scaramagli (che si occupa anche della regia), Gian Paolo Borghi, Corrado Pocaterra, Fabio Schiavina. Saranno presenti come ospiti altri noti esperti delle tematiche affrontate.

Le attività del MAF sono realizzabili grazie all’insostituibile supporto del Comune di Ferrara, con il quale è in proficuo rapporto di collaborazione istituzionale fin dal 1982.

MAF – CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEL MONDO AGRICOLO FERRARESE – Via Imperiale n. 263 – San Bartolomeo in Bosco/Ferrara – Tel. 0532.725294 – info@mondoagricoloferrarese.it