Il Festival Voci Nuove di Castrocaro da oggi sul portale della Canzone Italiana del Mibac

28

CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE (FC) – Il libro CASTROCARO-SANREMO. SOLO ANDATA di Michele Minisci, Capire Edizioni, è stato inserito da poco nel portale della Canzone Italiana del Mibac, oggi Ministero della Cultura, per il prezioso lavoro di documentazione storica, sociale e musicale sul Festival Voci Nuove di Castrocaro, il primo Talent della musica leggera italiana, per il periodo che va dal 1957, la prima edizione, al 1988, fino a quando è durato l’abbinamento col festival di Sanremo. In pratica…il fratellino minore!

http://www.canzoneitaliana.it/festival-delle-voci-nuove-di-castrocaro alla voce Contributi speciali – Approfondimenti

Infatti, chi vinceva a Castrocaro andava di diritto a Sanremo, e questo libro, con le interviste a tutti i vincitori ( quasi), racconta cosa dicevano, pensavano, sognavano le ragazze e i ragazzi di quegli anni, tutti tra i 16 e i 20 anni, che inseguivano il loro sogno, diventare ricchi e famosi, cantando… canzonette!

E’ anche uno spaccato della nostra società di quegli anni, raccontato dai giovani protagonisti di questa kermesse, impreziosito da suggestive foto d’epoca e da aneddoti e curiosità sconosciute, perché mai come in quel periodo la canzone italiana ha accompagnato la cronaca, la cultura e il costume del nostro bel paese che spesso andavano a braccetto con la colonna sonora e le parole di quell’arco di tempo. Nel bene e nel male. Come ha affermato Ernesto Assante di Repubblica in una sua nota.

In questo libro c’è esattamente quello che il Festival Voci Nuove di Castrocaro ha rappresentato per il tessuto sociale di questo paese, specialmente negli anni ’60 e ’70, e che purtroppo gli odierni Talent non sono riusciti e non riescono a rappresentare, ovvero che è stato anche un ascensore sociale di cui tanto si parla oggi nei talk show, perché questo festival, grazie anche alla diretta su Rai 1 e sui numerosi servizi dei rotocalchi e riviste nazionali di grande tiratura, piombava praticamente dentro le nostre case operaie e contadine con la possibilità per molti giovani di emanciparsi. Come ha sottolineato Tommaso Labate del Corriere della Sera.

Ecco, questo libro ha coperto un vuoto per molto tempo ignorato e si può trovare su Amazon e nelle librerie.

Per inciso, ricordiamo che tra i vincitori di questo festival diventati poi famosi, ci sono stati giovani che si chiamavano e si chiamano: Carmen Villani, Gigliola Cinquetti, Alice, Giuni Russo, Luca Barbarossa, Michele Zarrillo, Goran Kusminac, Zucchero, e che tra i partecipanti…eliminati(sic!)…ci sono stati concorrenti come Mino Reitano, Iva Zanicchi, Caterina Caselli, Fiorella Mannoia, Edoardo Bennato, Anna Identici, Mario Tessuto, Gianni Pettenati, Loretta Goggi, Eros Ramazzotti, Alberto Fortis, Nek, Paolo Vallesi, Laura Pausini, Max Pezzali…