Il Corpo di Polizia Locale celebra il proprio patrono, San Sebastiano martire

17

PARMA – Messa solenne in Cattedrale per la celebrazione della Santa Messa nella ricorrenza di San Sebastiano Martire patrono della Polizia Locale nell’anno del Bicentenario di fondazione del Corpo. Ad officiare la celebrazione S.E. Monsingnor Enrico Solmi.

Tra le autorità il Sindaco Federico Pizzarotti, il Prefetto Antonio Lucio Garufi, il Procuratore della Repubblica dott. Alfonso D’Avino, il Questore Massimo Macera, il Comandante Provinciale dei Carabinieri colonnello Pasqualino Toscani, il Comandante del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria Tenente Colonello Fernando Capezzuto, il Vice Comandante dei Vigili del Fuoco Vincenzo Panno, il Comandante Rete P.O.L. di Parma Tenente Colonnello Vito Casano, Direttore Stabilimento Militare Noceto Tenente Colonello Luca Corrieri, l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Parma Cristiano Casa, il Comandante Roberto Riva Cambrino che è intervenuto per un saluto alla sua Polizia Locale.

Il Sindaco ha ringraziato il Corpo della Polizia Locale per l’impegno: “Gli Agenti anche attraverso i presidi e le quotidiane attività di controllo sul territorio tutelano i cittadini e la città. Lavoriamo insieme alle altre Forze dell’Ordine, alle Associazioni di volontariato che ci sostengono per essere presenti su più parti della città per prevenire non solo per controllare” .

“Un grande ringraziamento a tutte le donne e agli uomini del Corpo di Polizia Locale unitamente al Comandante Roberto Riva Cambrino e agli Ufficiali per il grande lavoro svolto quotidianamente a tutela di tutti noi parmigiani. Il ruolo della Polizia Locale in stretta sinergia con le Forze dell’Ordine è stato fondamentale anche in quest’ultimo periodo di pandemia in cui gli Agenti hanno sempre assicurato la loro presenza costante e continua sulle strade della nostra città. L’obiettivo che perseguiamo è attuare un continuo miglioramento dei presidi e del controllo del territorio per tutelare la vivibilità e la bellezza della nostra città ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa.

“Dopo un anno in cui il Corpo è stato chiamato a fronteggiare una situazione di eccezionale gravità, in cui si è cimentato in attività operative e giudiziarie di elevata complessità, voglio manifestare il mio apprezzamento a tutti gli appartenenti alla Polizia Locale di Parma. L’anno appena iniziato ci promette impegni anche maggiori e ci regala l’appuntamento della celebrazione dei duecento anni di vita del Corpo. Due secoli in cui come ora non ci siamo mai fatti trovare impreparati alla chiamata del Dovere. Affrontando con serena fermezza anche le esperienze più gravi ed amare. Con oggi inizia il cammino di avvicinamento al 16 giugno. Accompagnati dalla nuova bandiera, simbolicamente sostenuta dalla tradizione di due secoli. La coincidenza con l’anno in cui la Città è Capitale Italiana della Cultura aumenta il significato della ricorrenza e conferisce ad essa quel valore proprio della identità parmigiana che onora tutti noi” ha commentato il Comandante Roberto Riva Cambrino.

Dopo la benedizione della nuova bandiera del Corpo la lettura della preghiera di San Sebastiano.