Il Consiglio comunale ricorda Adriana Querzè

5

Nella seduta di giovedì 19 maggio, il presidente Poggi ha ripercorso il suo lungo e importante impegno in politica. Poi l’audio con il suo ultimo intervento da consigliera

MODENA – Un minuto di silenzio ha concluso il momento di ricordo che, nella seduta di oggi, giovedì 19 maggio, il Consiglio comunale di Modena ha dedicato ad Adriana Querzè, scomparsa due giorni fa.

La breve commemorazione, che ha messo in risalto le tante dimensioni del suo lavoro e del suo impegno politico – insegnante, pedagogista, autrice di testi, dirigente scolastica, sindacalista, amministratrice e politica – è stata l’occasione per riascoltare le parole con le quali la stessa Adriana Querzè, allora capogruppo di “Per me Modena”, annunciò, nell’aprile 2015, le dimissioni da consigliera per motivi personali. A tutti i consiglieri augurò di continuare il lavoro iniziato “mantenendo il rispetto per le persone e per le idee che portano, soprattutto se sono diverse dalle nostre”. L’ascolto è stato accompagnato da immagini scattate nel corso dei suoi anni come assessora nei due mandati della Giunta Pighi (dal 2004 al 2009 e dal 2009 al 2014) e come consigliera comunale.

Nel ricordare la figura di Adriana Querzè, il presidente del Consiglio Fabio Poggi, che, da assessore, ha condiviso l’impegno in giunta tra il 2009 e il 2014, ha messo in evidenza proprio la sua capacità di confronto, con le “vivaci e profonde discussioni in giunta, sempre con contributi motivati, approfonditi e documentati”, e la scelta, “difficile ma indispensabile, di costruire una soluzione per preservare e aumentare il ricchissimo patrimonio dei servizi per l’infanzia di Modena” con l’obiettivo di adottare, con la Fondazione Cresci@mo, “lo strumento giusto, non un ripiego, ma il modo migliore, anche se sempre migliorabile, per custodire una storia, confermare un servizio di qualità e per provare a innovare”.