Il Consiglio comunale resta in silenzio per Paola Marchetti

61

Gli interventi delle consigliere Foresti e Leti

BOLOGNA – Il Consiglio comunale ha osservato un minuto di silenzio, in apertura di seduta, in ricordo di Ezio Bosso e Paola Marchetti, pedagogista e responsabile del Servizio Educativo e Scolastico del Quartiere San Donato-San Vitale, scomparsa lo scorso martedì, 12 maggio.

La hanno ricordata le consigliere Elena Foresti (Movimento 5 Stelle) e Elena Leti (Partito Democratico), di seguito i due interventi.

L’intervento della consigliera Foresti

“La nostra Città, le nostre scuole e servizi educativi perdono una meravigliosa pedagogista, ma soprattutto una donna speciale. La Dottoressa Paola Marchetti, pedagogista e Responsabile dei SEST del quartiere San Donato- San Vitale del Comune di Bologna. Un esempio per moltissimi.

Tante persone avrebbero voluto venire venerdì in Chiesa per un saluto, è ancora più doloroso così, ma da lontano in tanti ti stiamo salutando. Per farlo non userò solo parole mie ma ho riunito pensieri per te, scritti da tante persone.

Gli anni d’oro delle scuole comunali di Bologna li ho passati con te, sotto la tua guida e il tuo esempio.

La tua energia, la tua capacità di ascolto e di collaborazione ci hanno insegnato quanto possa essere grande una scuola che punta sulle persone e sulle relazioni.

Le tue capacità organizzative e la tua professionalità ci hanno guidato e aiutato nel gestire le classi e ad entrare in empatia con i bambini.

La tua responsabilità e la tua determinazione ci hanno mostrato quanto si possa fare tutti insieme nel rispetto reciproco e nella fiducia.

Nel 2012, sotto la tua guida nel quartiere Porto abbiamo aperto una nuova scuola dell’ infanzia, Porto Bello, abbiamo iniziato una bellissima avventura insieme, dando un punto di riferimento in più alla Città e al quartiere, non proporrò che venga intitolata a te solo perché quel nome “Porto Bello” lo hai scelto tu. Grazie Paola, perché con te si è sempre aperto qualcosa di nuovo e mai chiuso niente.

La tua passione l’hai trasmessa a tutti in modo coinvolgente. Lascerai un grande vuoto in chi ha avuto l’onore di lavorare insieme a te e in chi ha sperimentato la tua competenza e generosità.

Ti piaceva raccontare. Le tue lezioni erano “avvincenti narrazioni”, eri una carica di energia ed entusiasmo.

Presto sarà operativo presso l’ex palestra delle scuole Giordani l’ATELIER DEI SAPERI, il centro giovanile al cui progetto hai lavorato giorno e notte per anni e che hai continuato a “presidiare” fino a pochi giorni fa.

Con precisione e tenacia. Come sempre.

Il Presidente di quartiere Simone Borsari ha comunicato che verrà intitolato alla tua memoria.

Un piccolo gesto, ma con tutto il cuore, per dirti GRAZIE.

Sicuramente il tuo lavoro nelle scuole e nei nidi poteva essere valorizzato maggiormente ed avremmo avuto la persona giusta al posto giusto, ma così non è stato, ma ti abbiamo avuta per noi in tanti momenti. Sei riuscita a dare il meglio di te anche nel nuovo ruolo e come sempre ti sei rivelata una grande professionista.

Lasci un segno grande in tutti noi e nella vita di tante persone, colleghi, bambini e famiglie.
Nello sconforto totale ti dico che i tuoi insegnamenti e i tuoi valori non sono svaniti, sono in me e in tanti, tantissimi colleghi e colleghe.

Sei con noi Paola e quelle immagini di scuola, di accoglienza, di servizi educativi per il territorio a sostegno della crescita di bambini e ragazzi, ce le teniamo strette, è una promessa.

Ci hai dimostrato che le persone possono davvero fare la differenza e tu, nel Comune di Bologna, l’hai fatta.

Grazie Paola.”

L’intervento della consigliera Leti

“Cara Paola, mai avrei immaginato di trovarmi qui in questa aula per rivolgerti un ultimo saluto.

Subito voglio porgere le mie condoglianze al marito alla sorella e a tutta la famiglia per questa dolorosa perdita.

Paola Marchetti eri una pedagogista del comune di Bologna, come educatrice dal 1995 poi come responsabile del servizio educativo e scolastico, prima al quartiere Savena, poi al quartiere Porto e negli ultimi anni al quartiere San Donato-San Vitale.

Credevi nel servizio pubblico, amavi il tuo lavoro che svolgevi con grande responsabilità e passione, amavi i tuoi bambini e ragazzi di cui ti occupavi tenacemente, amavi collaborare con i tuoi e le tue colleghe con le quali facevi sempre squadra.

Come ci ha ricordato il Presidente Simone Borsari, ‘se i servizi educativi bolognesi sono un’eccellenza, lo dobbiamo anche al lavoro di persone come te’.

Per tutto questo voglio ringraziarti a nome di questo Consiglio comunale e dell’intera Amministrazione bolognese, per il lavoro che hai svolto con grande impegno competenza e generosità.

In questi giorni sono corse sui social nei tuoi confronti, tante manifestazioni di stima, affetto e riconoscenza, da parte di molte persone, colleghe, genitori di ragazzi che avevi seguito e di rappresentanti delle istituzioni con i quali hai collaborato nel tempo.

Personalmente ho avuto l’onore di lavorare con te 5 anni, ricordo con affetto le nostre lunghe chiacchierate a sera tarda, le riunioni, le emergenze, i consigli, le discussioni i sempre nuovi progetti, le tue idee, tu c’eri sempre.

In particolare ricordo la tua umiltà, che hai mostrato anche in tante occasioni ufficiali, una virtù che appartiene a chi non ha bisogno di apparire perché sa di essere. Ora Paola non so dove sei,

ma so che una parte di te è rimasta qui con noi in questa città. Ciao”.