Il Consiglio Comunale di Rimini approva le modifiche al regolamento generale delle entrate

_palazzo-del-municipio-riminiRIMINI – Con 21 voti favorevoli, 6 astenuti e nessun contrario il Consiglio Comunale ha dato il via libera ieri sera alla modifica del regolamento generale delle entrate. Modifiche che hanno come obiettivo quello di agevolare il contribuente nel pagamento dei tributi comunali, nella prospettiva della tax compliance e cioè mettendo in campo tutte le azioni possibili affinché il contribuente si possa mettere in regola. Tra le principali novità, la possibilità per il contribuente moroso che sceglie di regolarizzare la sua posizione attraverso la rateizzazione di ottenere, con il pagamento della prima rata, la sospensione del fermo amministrativo (in precedenza il fermo si protraeva fino al completo versamento della quota richiesta).

Il regolamento introduce anche una soglia minima per l’emissione della cartella esattoriale e delle ingiunzioni di pagamento, che non saranno emesse per somme inferiori a 20 euro. Sarà inoltre introdotta la possibilità di richiedere con la stessa cartella esattoriale il pagamento cumulativo di tutti i crediti vantati dal Comune nei confronti del medesimo soggetto debitore, indipendentemente dalla natura dei crediti. Il nuovo regolamento inoltre amplia gli ambiti di applicazione della cosiddetta ‘compensazione’, cioè della possibilità di compensare debiti e crediti relativi a tributi locali, allargando la possibilità anche fra tributi ed entrate di altra natura, ad esempio patrimoniali.

Respinte invece due mozioni discusse congiuntamente. La prima è stata presentata dal consigliere Andrea Bellucci sul tema della “Sicurezza centro storico – stazione”; la seconda è stata invece presentata dal consigliere Gennaro Mauro sulla “Valorizzazione di piazza Cavour e nuova piazza dell’Arco d’Augusto”. Entrambe le mozioni sono state respinte con 9 voti favorevoli e 18 contrari.