“Il caso Pantani – L’omicidio di un campione”

37

Al CinemaCity di Ravenna con il regista Domenico Ciolfi e le attrici del cast Paola Baldini e Monica Camporesi

RAVENNA – Il film drammatico sulla vita del grande campione romagnolo Marco Pantani sarà nelle sale cinematografiche da lunedì 12 a mercoledì 14 ottobre 2020.

Il CinemaCity di Ravenna è lieto di comunicare che allo spettacolo delle 20.55 di martedì 13 ottobre, saranno presenti il regista Domenico  le attrici del cast Paola Baldini e Monica Comporesi che presenteranno il film moderati dal cinefilo e video-blogger Lorenzo Usai. Al termine seguirà un dibattito in sala.

A 16 anni dalla scomparsa del “Pirata”e nel cinquantenario della suanascita (13/01/1970)finalmente un film porta sul grande schermola sua storia. È arrivato il momento di riportare alla luce una vicenda umana e sportiva che negli anni ha assunto i tratti del dramma, del complotto e della tragedia.

“Il Caso Pantani“ è un noir contemporaneo, un thriller, ma anche un film d’inchiesta, un biopic, un film drammatico. Una ricostruzione accurata e avvincente della vita del campione romagnolo che svelerà particolari inediti sulla sua morte.

Marco Pantani è stato ucciso due volte: a Madonna di Campiglio, vittima di una provetta manipolata e dalla criminalità organizzata e a Rimini, cinque anni dopo, dove verrà trovato solo, disteso a terra, a petto nudo, il giorno di San Valentino.

È il racconto di Marco e delle tre fasi della sua breve vita: tre anime, tre interpreti, un solo uomo.

L’appuntamento al CinemaCity del 13 ottobre è un’occasione unica per vivere una di quelle esperienze che lasceranno un segno nella memoria di tutti i presenti. Poter interagire direttamente con il regista del film “Il Caso Pantani” consentirà di lasciarsi trasportare nella storia di un atleta che è diventato un mito. Un mito che è stato distrutto. Una vittima che non ha ancora avuto giustizia. È la storia di un uomo appassionato e tenace e delle sue contraddizioni. Una storia che merita di essere raccontata e che solo il grande schermo può renderla unica e profonda come non mai.