I “Top player” riminesi al Congresso di Lione sulla riabilitazione ortopedica

49

RIMINI – Il Dottor Pierpaolo Canè, il Direttore di Isokinetic Rimini Roberto Acquaviva, insieme al Direttore Sanitario Dottor Jacopo Gamberini, si sono uniti al gotha mondiale dell’ortopedia e della traumatologia sportiva che da sempre è il marchio di fabbrica di Isokinetic.

Confronto, condivisione e scambio di conoscenze sono stati l’essenza della loro partecipazione al Congresso Internazionale dal titolo “Football Medicine – The players’ voices”. Un’occasione unica di discussione tornata dopo due anni di assenza forzata, causa pandemia, che ha visto seduti allo stesso tavolo i migliori esperti mondiali del settore ortopedico e riabilitativo e, per la prima volta, i pazienti-atleti, che hanno vissuto sulla propria pelle l’esperienza di un infortunio.

Duecento relatori, quasi duemila partecipanti, ottantacinque Paesi rappresentati, una sessantina di sessioni scientifiche: questi i numeri di un grande, atteso ritorno.

Il network nazionale di traumatologia sportiva che nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di ‘Fifa Medical Centre of Excellence’ si era congedato dal palcoscenico scientifico internazionale col Congresso del 2019 allo stadio di Wembley (Londra) ed è tornato in grande stile a Lione, città che rappresenta una delle culle dell’ortopedia del vecchio continente. E lo fa proprio nell’anno dei Mondiali in Qatar.

“È stata un’esperienza unica ascoltare e imparare dai migliori” – ha spiegato Roberto Acquaviva. “Porteremo nella nostra Romagna gli insegnamenti di luminari che hanno operato pazienti illustri come Bertrand Sonnery-Cottet, massima autorità del ginocchio, che ha operato Karim Benzema del Real Madrid e Zlatan Ibrahimovic del Milan, e Christian Fink, sotto i cui ferri è finito il ginocchio di Leroy Sanè del Manchester City e di Federico Chiesa della Juventus, oltre ai responsabili sanitari dei principali top club di calcio di tutta Europa”.