I Concerti del Boito: Serenate

13

Giovedì 13 maggio 2021, ore 20.30, un nuovo concerto trasmesso dall’Aula Magna dell’Università di Parma, in streaming gratuito sul canale YouTube del Conservatorio “Arrigo Boito”

PARMA – È dedicato alla Serenata, genere musicale trasversale che ha interessato compositori di epoca classica come di quella contemporanea, il nuovo appuntamento della stagione “I Concerti del Boito”, organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Giovedì 13 maggio alle 20.30, il concerto “Serenate” realizzato in collaborazione con l’Università di Parma sarà trasmesso in streaming gratuito dall’Aula Magna dell’Ateneo sul canale YouTube del Conservatorio (https://bit.ly/3uEMKDW).

In programma la Serenata per flauto, violino e viola op. 25 di L.v. Beethoven che dà titolo alla serata; l’Aulodia per chitarra e oboe d’amore di Bruno Maderna, che pure amò miscelare le sonorità di strumenti a fiato e a corda; Klinamen II per flauto e chitarra di Andrea Talmelli, compositore parmigiano contemporaneo; e, infine, il Duo in sol maggiore per violino e viola KV423 di W. A. Mozart, capolavoro dell’epoca matura di cui si potrà apprezzare tutta la complessità e perfezione musicale. In scena l’Ensemble Suono Condiviso del Conservatorio “Arrigo Boito”, formato da allievi della classe di musica da camera del prof. Leonardo Bartali, che hanno modo di confrontarsi così con il repertorio cameristico di ogni epoca. In questo caso gli interpreti saranno Edoardo Brandi, violino; Bihan Wang, viola; Virginia Maia Bernardoni, flauto; Leonardo Malucelli, chitarra; Rebecca Roda, oboe d’amore; e il docente Leonardo Bartali, viola.

La stagione “I Concerti del Boito” è inserita nel programma ufficiale di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021, ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Parma – Casa della Musica, l’Università di Parma e la Pastorale Universitaria di Parma. Per informazioni: Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, Strada del Conservatorio 27/a, www.conservatorio.pr.it.
L’appuntamento sarà visibile gratuitamente sul canale YouTube del Conservatorio (https://bit.ly/3uEMKDW).