Gruppo Hera: a Ravenna 8 punti di ricarica per le auto elettriche per una mobilità sempre più sostenibile

96

Inaugurata venerdì 18 dicembre l’ottava colonnina al Cinema City e avviato l’iter per l’installazione di altre 7 postazioni di ricarica

RAVENNA – Sono state appena installate a Ravenna 8 nuove colonnine per la ricarica delle auto elettriche, ciascuna dotata di due punti di prelievo di energia elettrica.

L’ultima è stata inaugurata questa mattina in via Secondo Bini (Cinema City) alla presenza dell’assessore alla mobilità Roberto Giovanni  Fagnani e dell’area manager di Hera Cecilia Natali; le altre sette postazioni sono state collocate in via Trieste (Pala De André), via Teodorico, via Dradi, via Aquileia, via Rotta, via Combattenti Alleati a Porto Fuori e Viale IV Novembre a Marina di Ravenna

I dispositivi, installati e gestiti dal Gruppo Hera, contribuiranno all’implementazione dell’infrastruttura di ricarica pubblica della città, grazie alla diffusione di veicoli elettrici alimentati ad energia pulita.

L’accordo con il Comune di Ravenna prevede la collocazione di 15 nuove colonnine di ricarica, in postazioni già individuate di concerto con l’Amministrazione: l’iter per l’installazione delle restanti 7 colonnine è stato avviato e saranno collocate non appena si disporrà delle autorizzazioni necessarie.

Migliore qualità dell’aria grazie alla mobilità elettrica

La nuova campagna di installazioni ha preso il via perché Hera e l’Amministrazione comunale di Ravenna considerano prioritari il risanamento e la tutela della qualità dell’aria, tenuto conto delle importanti implicazioni sulla salute dei cittadini e sull’ambiente. In questo senso, la mobilità elettrica presenta indubbi vantaggi in termini di miglioramento della qualità dell’aria e implica una riduzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico.

Per consentire il massimo utilizzo dell’infrastruttura, i punti di ricarica installati saranno tutti dotati di una tecnologia in grado di garantire l’interoperabilità fra i diversi provider del servizio di ricarica. Delle nuove 8 colonnine, dunque, potranno usufruire sia i clienti di Hera Comm sia i clienti di quegli operatori che, come previsto dalla disciplina di settore, abbiano previamente sottoscritto un accordo con il Gruppo Hera. Le tariffe e le modalità di ricarica ai clienti finali dipenderanno ovviamente delle condizioni del fornitore scelto. Il Gruppo Hera, infatti, si avvale di un sistema di infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici e tutti i modelli installati sono gestiti con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota, così da poter rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità urbana evoluta e sostenibile.

300 le colonnine elettriche previste da Hera, di cui 15 a Ravenna

Il Gruppo Hera è attivo da anni nella costante ricerca di soluzioni che consentano alla mobilità elettrica di diventare un’opzione concreta e praticabile. Per questo sta sviluppando gradualmente una capillare rete pubblica di ricarica che comprende l’installazione entro il 2023 di oltre 300 colonnine, alcune unità anche per la ricarica fast che consente una riduzione significativa dei tempi. Attualmente i punti gestiti sono già 80 ma questo numero aumenterà ancora entro la fine dell’anno. Ad oggi infatti Hera Comm ha già siglato accordi con una ventina di comuni, per un totale di 200 nuove stazioni di ricarica, di cui circa 70 attivabili entro il 2020. In Emilia-Romagna le colonnine complessivamente a disposizione al termine del piano di sviluppo saranno circa 150, di cui 15 a Ravenna, come sancito dal protocollo sottoscritto con l’Amministrazione comunale.

Per una mobilità elettrica europea

L’impegno del Gruppo è rivolto anche a facilitare la realizzazione di una rete di ricarica che superi i confini nazionali. E per farlo ha siglato un accordo con la piattaforma di interoperabilità Hubject, che consentirà ai clienti Hera Comm di servirsi alle infrastrutture presenti sulla piattaforma europea e ai clienti di altri operatori di ricaricare alle colonnine di Hera Comm, garantendo così una rete di infrastrutture senza barriere, sempre più interconnessa, per fare sì che la mobilità elettrica possa diventare davvero un’alternativa per tutti.

Per massimizzare la fruibilità della rete disponibile, Hera Comm sta anche operando per l’attivazione di un servizio di pagamento diretto alle colonnine, che consentirà agli utenti di ricaricare senza aver precedentemente stipulato un contratto. Le attività di Hera nell’ambito della mobilità elettrica sono rivolte anche alla ricarica privata: per la casa sono disponibili le Wallbox che consentono di fare il pieno senza necessità di aumentare la potenza contrattuale e per le aziende esiste un ricco portafoglio di soluzioni modulabili per ogni tipo di esigenza. Inoltre, attraverso diverse partnership commerciali, sono disponibili anche il noleggio a lungo termine di veicoli elettrici e le E-Bikes, che negli ultimi mesi hanno riscosso un grande interesse da parte della clientela.