Giovedì 3 giugno la premiazione degli studenti vincitori del concorso a fumetti “Lo sport che vorrei”

8

A consegnare i premi ai fortunati vincitori saranno, tra gli altri, la Presidente del Comitato provinciale Catia Gambadori, il Presidente nazionale AiCS, Bruno Molea e la Presidente del Comitato regionale Emilia-Romagna, Viviana Neri

FORLÌ – Sono stati oltre 70 i progetti presentati dagli studenti della provincia per “Lo sport che vorrei”, il concorso di AiCS Forlì-Cesena rivolto alle scuole che anche quest’anno ha sostituito Corritalia, la podistica che l’Associazione organizza da vent’anni per le vie e piazze del centro storico di Forlì.

Allievi e allieve degli istituti secondari di primo grado sono stati invitati, con il coordinamento degli insegnanti, a disegnare una storia a fumetti che mettesse al centro l’attività sportiva sulla cui importanza, mai come in questi mesi di pandemia, si è riflettuto in termini di strumento per il benessere. Nemmeno quest’anno, quindi, si è interrotta la tradizione di collaborare con le scuole del territorio da parte dell’Associazione che proprio nel 2021 festeggia i 50 anni di attività: l’iniziativa rappresenta la volontà di proseguire nella sensibilizzazione sui temi dello sport e del benessere a misura di ragazzo, proprio come Corritalia.

La valutazione dei progetti è stata affidata a una Commissione esaminatrice composta dalla Presidente AiCS Forlì-Cesena, Catia Gambadori; dall’esperto di grafica e fumetti, Massimo Missiroli; dalla giornalista Rosanna Ricci e dalla referente organizzativa per gli eventi sportivi dell’Associazione, Elca Monti.

A premiare i fortunati vincitori con buoni spesa per l’acquisto di materiale didattico e sportivo, saranno la stessa Presidente provinciale Catia Gambadori, il Presidente nazionale AiCS Bruno Molea, la Presidente regionale AiCS Emilia-Romagna Viviana Neri, e i componenti della Commissione Rosanna Ricci e Massimo Missiroli.

L’evento è previsto giovedì 3 giugno alle ore 17 nell’atrio antistante la sede dell’Associazione (via Spadolini 11, int. 3); in ottemperanza alle regole anti-Covid, vedrà la partecipazione solamente dei vincitori, insieme ai genitori, agli insegnanti di riferimento e ai dirigenti delle scuole partecipanti.