Giardini, in scena “Dalla Notte all’alba della Democrazia”.

Sabato 31 agosto alle 21 “history telling musicale”, storie, musica, teatro. Ingresso libero

MODENA – History telling musicale. È il nome tecnico attribuito dai suoi autori al progetto di una nuova forma di narrazione spettacolare. Non è un concerto, non è la presentazione di un libro, non è un reading, non è uno spettacolo teatrale e non è un recital, tantomeno è una lezione di storia. E nello stesso tempo è tutto questo intrecciato insieme. Ne è un esempio “Dalla Notte all’alba della Democrazia”. La provincia modenese tra guerra, Resistenza e dopoguerra”. Un racconto di storia, memoria, musica e parole di e con lo storico Giovanni Taurasi e con i musicisti Francesco Grillenzoni e Stefano Garuti. Si potrà assistervi gratuitamente ai Giardini Ducali di Modena sabato 31 agosto, nella rassegna “I Giardini d’Estate” a cura di Studio’s, per l’Estate modenese organizzata dal Comune con sostegno di Hera e Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Sul palco, lo storico Giovanni Taurasi e i due musicisti Francesco Grillenzoni e Stefano Garuti (voce, chitarra e fisarmonica del gruppo di combat folk Tupamaros) ripercorrono il triennio tra l’8 settembre 1943 e il 2 giugno 1946, in una narrazione che si muove tra storia, memoria, testimonianze, immagini e musica, e tra la dimensione locale della provincia di Modena e la dimensione nazionale, in un periodo cruciale della storia d’Italia. Il percorso è accompagnato da brani musicali della tradizione popolare e contemporanei, arrangiamenti arditi e versioni dialettali inedite, che si intrecciano con il racconto orale.

L’history telling musicale è pensato per un pubblico eterogeneo di ogni età, anche i più giovani. Ripercorre il periodo della guerra, della Resistenza e del dopoguerra modenese, sino al voto per la Repubblica del 2 giugno 1946, suscitando riflessioni ed emozioni grazie in particolare all’intreccio tra le parole, la musica e le immagini.

La durata complessiva è di 1 ora e 20 minuti circa.

Il programma dell’Estate modenese è online (www.comune.modena.it/estate2019).