Gender Bender: il 7 settembre prima nazionale di Pink Unicorns

26
PINK UNICORNS – Uno spettacolo di La Macana FOTO Rosiña Rojo

BOLOGNA – Martedì 7 settembre (ore 21-Giardino del Cavaticcio) a Gender Bender la sezione danza si apre con la prima nazionale di Pink Unicorns della compagnia spagnola La Macana.

Pink Unicorns vede in scena Alexis e Paulo Fernández, padre e figlio, in uno spettacolo pirotecnico che indaga la loro relazione. Una danza coinvolgente tra enormi e coloratissimi gonfiabili che mette a confronto due generazioni che esplorano la propria maschilità con humour e affetto.

Tra acrobazie e momenti di racconto, lo spettacolo mostra una relazione orgogliosamente piena di tenerezza tra un padre e un figlio che non hanno paura di dichiararsi amore. Tra danza e acrobazia, ironiche sfide di abilità a momenti di racconto, i due si divertono a indagare con sincerità e irriverenza la loro relazione, che trova un’occasione di confronto di fronte al pubblico (in replica domani mercoledì 8 – Giardino del Cavaticcio ore 21.00).

La Macana è una compagnia basata in Galizia e fondata nel 2009 dalla coreografa e producer galiziana Caterina Valerae dal coreografo di origini cubane Alexis Fernández. Ven, il loro primo lavoro, ha ricevuto vari premi nel circuito internazionale, girando più di venti Paesi. Negli oltre dieci anni di attività la compagnia ha autoprodotto molti dei suoi spettacoli, stabilendo collaborazioni con numerosi artisti nazionali e internazionali. I loro lavori si basano su una forte presenza fisica, un’attenta poetica e una stretta relazione con il pubblico.

Gender Bender è il festival internazionale co-diretto da Daniele Del Pozzo e Mauro Meneghelli e prodotto dal Cassero LGBTI+ Center di Bologna.

Danza contemporanea internazionale con spettacoli in prima italiana, conversazioni con coreografe e coreografi, proiezioni cinematografiche, proposte e formati site specific in esclusiva, incontri con autori e autrici della letteratura, laboratori con le comunità locali e l’inizio di un nuovo progetto triennale sostenuto dal programma Creative Europe dell’Unione Europea, gli ingredienti di questa 19° edizione. Un’edizione straordinaria e interamente all’aperto che porta il titolo di Affetto Domino, un gioco di parole che invita a considerare come un gesto di cura e attenzione possa generare molteplici felicità nell’ambito delle relazioni umane.

Gender Bender è prodotto dal Cassero LGBTI+ Center.

Con il patrocinio di: Ministero Italiano della Cultura – Direzione generale Cinema e audiovisivo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Rai Emilia-Romagna.

È realizzato con il contributo di: Ministero Italiano della Cultura – Direzione generale Cinema e audiovisivo, Regione Emilia-Romagna – Assessorato alla Cultura, Comune di Bologna, Ministero Italiano della Cultura, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Coop Alleanza 3.0, Fondazione Unipolis, Legacoop Bologna, Italian Council, Idros, Forchir, Pepsi Max.

Partner: ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione, Istituzione Bologna Musei – MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna, Cineteca di Bologna, DAMSLab dell’Università degli Studi di Bologna, Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno, Teatro del Baraccano, NOS Visual Arts Production, Attitudes_spazio alle Arti, Scenario Festival, Danza Urbana, Zed Festival Internazionale Videodanza, Scie festival, Cantieri Danza, Ammutinamenti, Anticorpi XL, Centro di Documentazione Flavia Madaschi, Centro Nazionale di produzione Firenze – Compagnia Virgilio Sieni, Operaestate Festival/CSC Centro per la scena contemporanea del Comune di Bassano del Grappa, L’arboreto – Teatro Dimora | La Corte Ospitale, Fondazione Romaeuropa, Triennale Milano Teatro, Lavanderia a Vapore – Centro di Residenza per la Danza, Fondazione Teatro Grande di Brescia, Festival Bolzano Danza – Fondazione Haydn Stiftung, Mnemedance, Università degli Studi di Torino – Corso di laurea in DAMS, BiG Bari international Gender film festival, MiX Festival Internazionale di cinema LGBTQ+ e cultura queer, Florence Queer Festival, Immaginaria International Film Festival of Lesbians & Other Rebellious Women, Orlando Identità Relazioni Possibilità, Sardinia Queer Film Festival, Sicilia Queer filmfest, Some Prefer Cake Bologna Lesbian Film Festival, Comunicattive, Associazione Luki Massa, Anfibia, Leggere Strutture, AlmaDanza, Bologna Welcome, Biblioteca Salaborsa, Libreria Igor, Senape Vivaio Urbano, Libreria Trame, Libreria delle Donne di Bologna, La Confraternita dell’Uva, Effequ edizioni, Fandango Libri, Giulio Einaudi Editore, Eris edizioni, Mimesis edizioni, Codice edizioni, Edizioni dell’asino, Settenove edizioni, Cinefilia Ritrovata.

Media partner: Danza & Danza, La Falla, Neu Radio.

Gender Bender fa parte di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione turistica.

Per info:

Il Cassero LGBTI+ Center

051 0957221

www.genderbender.it

qui il trailer Pink Unicorns,

https://genderbender.it/events/pink-unicorns/?festival=2021&layout=grid

In ottemperanza al Decreto n.105 del 23 luglio 2021, per accedere all’evento è necessario essere in possesso del green pass o di un tampone molecolare o antigenico negativo fatto nelle 48 ore precedenti allo spettacolo. Inoltre è obbligatorio possedere una mascherina da indossare in caso di assembramento o ingresso in spazi al chiuso.

 

 

 

 

 

GENDER BENDER, 19° EDIZIONE – AFFETTO DOMINO

Dal 2 al 19 settembre danza, cinema, workshop

e incontri al Giardino del Cavaticcio di Bologna

Giardino del Cavaticcio- Bologna

(ingresso in via Don Minzoni 18.

Per le persone con disabilità ingresso

via Azzo Gardino)

Martedì 7 Settembre 2021 – ore 21.00

Pink Unicorns

Uno spettacolo di La Macana

Coreografia: Caterina Varela, Samir Akika, Alexis Fernández

Performer: Alexis Fernández, Paulo Fernández

Produzione: La Macana

Co-produzione: Agadic, Theater im Pumpenhaus e Theater Bremen

ph: Rosiña Rojo

prima nazionale