Geetit sei una forza, Bologna in serie A3

10
BOLOGNA – DA ROLD LOGISTICS BELLUNO-GEETIT BOLOGNA 3-1 (  27-29, 25-18, 25-14, 25-23), Golden Set 0-1 ( 11-15).
 
DA ROLD LOGISTICS BELLUNO: Colussi 5, Boz 12, Candeago 19, Seveglievich 3, Piazzetta 10, Paganin 17; Martinez (L), Gallina 8, Milani, Foroni 1, Della Vecchia. N.e. Burigo, Zanolli, Schiano (L). Allenatore: D. Poletto. 
 
GEETIT BOLOGNA: Maretti 11, Govoni 1, Spiga 15, Del Campo 7, Marcoionni 10, Spagnol 21; Poli (L), Ghezzi, Martini, Castelli, Brizzi 3. N.e. Soglia, Sabbioni, Callegari (L). Allenatore: A. Asta.
 
Poli riceva, come sempre, con estrema precisione, Govoni deve servire il matchpoint del golden set che vale una promozione in serie A, chiama in causa Maretti che non ha paura: il tocco del muro e la palla tocca il taraflex. 
 
L’immagine più bella: una squadra unita, competitiva che mai si è arresa è a terra, incredula, emozionata, in lacrime, con il sorriso paralizzato, zuppo d’acqua. Insieme.
19 Giugno, la data di un nuovo miracolo sportivo: la Geetit, a due anni dalla sua nascita, scrive l’ultima parola sulla stagione 20-21: il volley di serie A torna nella città delle due torri. 
 
È un’annata pregna di soddisfazioni, Bologna non si adagia sugli allori e migliora partita dopo partita e con il sontuoso risultato della gara di andata (3-1) mancano pochi passi per coronare la conquista di un sogno. 
 
Si scende in campo per il match decisivo nel momento migliore della stagione, quando il pubblico può assistere ad uno spettacolo degno degli occhi degli amanti dello sport.
 
Alla voce dei tifosi sugli spalti si preferisce l’adrenalina del campo, l’emozione è palpabile e fa da padrona in un primo set da cardiopalma in cui, come da pronostico, si assiste ad un braccio di ferro equilibratissimo. 
Bologna ha la meglio: un solo set la divide dal sogno, Belluno d’altro canto non può più sbagliare. 
E non lo fa, scende in campo nei 3 parziali successivi con estrema aggressività e concentrazione galvanizzata dal pubblico che spera nel miracolo. 
La prestazione eccellente di Candeago e il blackout di Bologna rovesciano il risultato dell’andata, Belluno può giocare, tra le mura di casa, il set che vale una promozione.
 
Bologna vuole confermare il percorso straordinario iniziato ad Agosto, vuole coronare il sogno. Non molla. La Getit spinge fin dalle prime battute del golden set sull’acceleratore, tenendo salde a sé le briglie della sfida. Conduce fino all’11-14 e poi, Maretti, con un capolavoro chiude la pratica. 
 
Bologna schiaccia i padroni di casa in una gara che fino all’ultimo non voleva sapere di decretare un vincitore. Ancora una volta l’unione all’interno della squadra e il sistema muro-difesa dei felsinei sono la chiave della tanto agognata vittoria. 
Bologna sei in Serie A.