Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Parma

9

Il Consiglio Comunale ha eletto Veronica Valenti

PARMA – Il Consiglio Comunale ha eletto, a scrutinio segreto il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Parma, in base all’articolo 5 del Regolamento approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 18/2018.

La scelta è avvenuta tra una rosa di nove candidati che avevano risposto all’avviso pubblico con cui l’Amministrazione ha inteso dare ampio risalto e prevedere la massima partecipazione.

Esito della votazione a scrutinio segreto: Veronica Valenti 21 preferenze, Ettore Manno 6, Raffaele Crispo 5 e una scheda bianca.

Veronica Valenti è Professoressa associata in Diritto costituzionale. Insegna Istituzioni di Diritto Pubblico e Diritto delle Pari Opportunità presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Studi Politici e Internazionali dell’Università di Parma, e Diritto costituzionale presso la Scuola di Specializzazione delle Professioni Legali di Parma. E’ Vicepresidente del Comitato Unico per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) dell’Ateneo di Parma.  Ha al suo attivo la partecipazione, in qualità di relatrice, a diversi convegni nazionali e internazionali ed ha diretto e promosso diverse iniziative scientifiche e seminariali, oltre che essere autrice di diverse pubblicazioni. Laureata in Giurisprudenza con lode all’Università di Parma, è risultata vincitrice del Premio di laurea bandito dalla Regione Emilia Romagna “Renè Cassin” (2005).  Nell’estate del 2005, ha frequentato il corso di perfezionamento in Tutela internazionale dei diritti umani presso l’Institut International des Droîts de l’Homme “Renè Cassin” di Strasburgo. Nel 2009, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Diritto costituzionale all’Università di Bologna. Ha insegnato alla Scuola di Polizia penitenziaria di Parma: “Principi fondamentali di diritto costituzionale, di diritto amministrativo e tutela dei diritti umani dei detenuti” nel 2007. Sempre nel 2007 ha conseguito l’Abilitazione all’esercizio della professione di Avvocato ed è iscritta, dal 2013, all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Parma.

Il Garante rimane in carica cinque anni e può essere rieletto per una sola volta. La carica non è soggetta a compensi. Opera in piena libertà e indipendenza, senza essere sottoposto a alcuna forma di controllo gerarchico e funzionale, per migliorare le condizioni di vita e di inserimento sociale delle persone private della libertà personale, affinché non venga mai meno la dignità della persona né il rispetto del dettato costituzionale. Nello svolgimento del suo ruolo è coadiuvato dalla collaborazione con la Rete dei Garanti; in primis con il proprio corrispondente regionale e poi con gli altri Garanti comunali e il Garante Nazionale.