Gambettola, bando pubblico per la gestione dell’Ex Macello

36

C’ è tempo fino all’1 marzo per le associazioni e soggetti del terzo settore per partecipare

GAMBETTOLA (FC) – Il Comune di Gambettola ha pubblicato un bando pubblico per individuare un nuovo soggetto gestore per l’immobile denominato Ex Macello con finalità di valorizzarlo come centro culturale, ricreativo e giovanile. Lo spazio ex macello, rigenerato e riconsegnato alla comunità nel 2007, per quindici anni è stato gestito dall’associazione Treessessanta di Gambettola rendendolo un luogo punto di riferimento per i giovani e in particolare per la scena musicale del territorio. Nel febbraio 2020 è scaduta la convenzione con Treessessanta e lo spazio, a seguito anche dell’arrivo della pandemia, è rimasto chiuso al pubblico come il resto dei luoghi culturali in tutto il paese.

“Con il nuovo bando intendiamo allargare la base dei partecipanti, mantenendo come target di riferimento le associazioni e i soggetti nell’ambito del terzo settore – spiega il sindaco Letizia BisacchiAuspichiamo la più grande partecipazione da parte delle associazioni del territorio e puntiamo ad una collaborazione fattiva con quello che sarà il nuovo gestore del centro, per renderlo nuovamente un luogo culturale e di socializzazione per la comunità ed in particolare per i giovani”.

Al bando possono partecipare tutti i soggetti e enti del terzo settore, associazioni di volontariato e di promozione sociale. La scadenza per la presentazione della domanda è per  l’1 marzo 2021.

“Intendiamo riportare l’Ex Macello a rivestire un ruolo importante nell’offerta cultura e sociale di Gambettola – aggiunge l’assessore alla cultura e politiche giovanili Serena Zavalloni Lo spazio è davvero interessante e presenta tutte le caratteristiche per poter ospitare attività culturali, eventi, rassegne e residenze artistiche. L’anno della pandemia ci ha insegnato quanto sia importante immaginare questi spazi pubblici come luoghi della comunità , dove poter fare produzione culturale e dare opportunità soprattutto ai più giovani. Come Amministrazione intendiamo mettere in rete questi spazi (come il teatro, Casa Fellini e la Stazione degli Artisti) e le relative attività, in una programmazione culturale condivisa e promossa insieme alle associazioni del territorio. Siamo fiduciosi che dalla stagione estiva anche lo spazio Ex Macello con il nuovo soggetto gestore rientrerà a pieno titolo in questa co-progettazione e sarà luogo di incontro della nostra comunità non appena sarà possibile tornare ad incontrarsi”.