Forlì: La Musica non si ferma

52

La Rassegna Genio e Gioventù in streaming con 3 Concerti dalla Sala Sangiorgi

FORLÌ – La Young Musicians European Orchestra, in collaborazione con il Comune di Forlì e l’istituto Musicale Masini, recupera con lo streaming l’attesa rassegna musicale “Genio e Gioventù”, prevista nel novembre scorso nella Sala Sangiorgi presso l’Istituto Masini con lo scopo di valorizzare giovanissimi  musicisti emergenti .
I concerti saranno poi eseguiti  “in presenza” del  pubblico non appena sarà reso possibile dalla situazione sanitaria.
Il primo appuntamento sarà lunedì 7 dicembre alle ore 21 sulla pagina Facebook dell’Istituto Masini in diretta streaming con il violoncellista Enrico Mignani( nella foto) , uno degli allievi prediletti del grande Mario Brunello, che si è già esibito con grande successo nel Concerto dello scorso 10 settembre all’Arena San Domenico  con una esecuzione magistrale del Concerto per violoncello e orchestra di Haydn
Enrico eseguirà musiche di Bach, Gabrielli  Dall’Abaco, Ligeti, Lutoslawsky.
A partire dal giorno successivo 8 dicembre il concerto sarà visibile anche sulle pagine Facebook di Emilia Romagna Concerti e Young Musicians European Orchestra.
Il secondo concerto sarà trasmesso, sempre in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Istituto Masini, martedì 15 dicembre alle 21  e vedrà alla ribalta il pianista Pietro Fresa mentre il  Concerto finale sarà trasmesso martedì 22 dicembre con il violinista Martino Colombo e il pianista Pietro Fresa.
La Rassegna è  particolarmente rivolta  agli studenti di Musica di Forli attraverso il    Comitato  ” Forlì Suona ”  e viene realizzata  con il contributo del Ministero per i Beni Culturali e la Regione Emilia Romagna.
Grande soddisfazione per questa iniziativa è stata manifestata dal  Presidente dell ‘Istituto Masini, Giovanni Ghini, che rimarca come ” nonostante la pandemia  gli  allievi dell’Istituto sono stati sempre impegnati  nel proseguimento della attività didattica  e aspettano con grande interesse di incontrare, se pure in modalità virtuale, i loro giovani colleghi  della Young Musicians European Orchestra.
Il Maestro Paolo Olmi ha dichiarato che “i tre incontri in streaming  non sostituiscono la musica dal vivo ma sono comunque utili  per presentare tre straordinari giovani musicisti  maturi e sensibili ,già affermati a livello internazionale, in attesa che tutti noi  artisti  possiamo incontrare nuovamente il nostro pubblico nelle sale da concerto.
Conosco Enrico, Pietro e Martino da quando erano poco più che bambini. Sono sicuro che saranno tre occasioni  musicali molto importanti per tutti quelli che vorranno assistere ai concerti sul web, io li vedrò di sicuro!”