Fondazione ONFOODS: aperto l’avviso di selezione per l’assunzione di un Programme Research Manager

10

PARMA – È aperto l’avviso di selezione per l’assunzione a tempo determinato di un Programme Research Manager della Fondazione ONFOODS, soggetto che svolge la funzione di Hub nell’ambito del progetto “ON Foods – Research and innovation network on food and nutrition Sustainability, Safety and Security – Working ON Foods”.

Al Programme Research Manager nel triennio 2023-2025 spetterà il coordinamento tecnico e gestionale dell’intero progetto.

Per presentare candidatura occorre avere conseguito un diploma di laurea magistrale, o equivalente o titolo equipollente con valore legale in Italia; avere maturato un’esperienza lavorativa di almeno 10 anni in attività attinenti al profilo di riferimento, di cui almeno 5 nel ruolo di responsabile di progetti di elevata complessità; avere un’ottima conoscenza dell’inglese parlato e scritto.

La domanda deve essere inviata entro le 13 del 16 gennaio 2023, esclusivamente via posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC fondazioneonfoods@pec.it

ONFOODS è la Fondazione che si impegna concretamente a migliorare il futuro della comunità e della filiera attraverso un nuovo modello di alimentazione sostenibile. Questo ambizioso obiettivo sarà possibile grazie a una nuova e inedita forma di collaborazione tra 26 realtà impegnate nel settore alimenti e nutrizione, con prestigiosi istituti universitari e di ricerca del nostro Paese affiancati da importanti società e cooperative nazionali – Barilla, Bolton Food, Sacco System, De’ Longhi, CIRFOOD, Tecnoalimenti e Confcooperative.

ONFOODS si inserisce all’interno di uno dei 14 partenariati previsti dal PNRR, nell’area tematica “Modelli per un’alimentazione sostenibile”, e prevede un finanziamento agli enti aderenti nella misura di 114,5 milioni di euro destinati ad attività progettuali di ricerca fondamentale, industriale e di sviluppo sperimentale per portare valore alla filiera alimentare e alla comunità.

La Fondazione rappresenta uno dei partenariati del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), predisposto dal Governo italiano nell’ambito del programma Next generation EU.

Il percorso vede un gruppo di 26 realtà, con l’Università di Parma come capofila ed ente proponente della progettualità, impegnate in ambito alimentare sotto il profilo della ricerca, della produzione e dell’innovazione e unite nell’affrontare la stessa strada verso l’obiettivo comune di promuovere un nuovo modello di alimentazione sostenibile unico e distintivo. Una missione che mira a generare un impatto tangibile sul benessere e sulla salute delle comunità e a preservare il Pianeta, contribuendo all’esigenza di garantire l’accesso a una nutrizione adeguata per tutti.