Firmato l’accordo per la disciplina del lavoro agile

26

SAN MARINO – E’ stato firmato ieri pomeriggio, alla presenza dei Segretari di Stato al Lavoro Teodoro Lonfernini e agli Interni Elena Tonnini, delle Associazioni dei Datori di Lavoro e delle Organizzazioni Sindacali, l’accordo interconfederale per la disciplina del lavoro agile.

Il lavoro agile è una diversa modalità di esecuzione della prestazione lavorativa che non modifica la natura subordinata del rapporto di lavoro – che è e rimane a tutti gli effetti di tipo dipendente – che permette di svolgere in modo alternato la prestazione lavorativa fuori dalla sede aziendale e, per le sole attività economiche del settore privato, anche in territorio diverso da quello sammarinese, con l’utilizzo di strumentazione informatica e tecnologica. Il lavoro agile non si configura come telelavoro, né tantomeno ne integra la fattispecie sotto un profilo normativo.

L’accordo – previsto dall’articolo 8 della Legge 13 Novembre 2020 n. 202, che ha introdotto nell’ordinamento sammarinese una disciplina legale del lavoro agile per un’articolazione flessibile nei tempi e luoghi di lavoro – è stato voluto dalle parti per definire politiche che favoriscano la competitività delle imprese e la conciliazione tra i tempi di lavoro e di vita dei dipendenti e per definire nello specifico la procedura da seguire per la stipula degli accordi individuali, aziendali o collettivi oltre a ogni altra ulteriore regolamentazione ad esso connessa. L’accordo è andato a disciplinare in maniera più specifica i principi cardine del lavoro agile, ovvero la possibilità di svolgere la prestazione lavorativa in orari diversi da quelli ordinari e, di conseguenza, la possibilità di concordare le regole per il controllo del datore di lavoro e il diritto dovere alla disconnessione. Altro aspetto importante del regolamento è la creazione di un articolo specifico che crea un sistema di monitoraggio che le parti firmatarie dell’accordo possono richiedere in qualsiasi momento.

L’accordo si applica al personale regolarmente assunto secondo le norme vigenti in tutte le aziende sammarinesi a prescindere dalla loro dimensione e/o appartenenza di settore e in tutto il Settore Pubblico Allargato. Il lavoro agile potrà coinvolgere esclusivamente il personale assunto con contratto, full-time o part-time, a tempo indeterminato o determinato. Per il settore pubblico sarà immediatamente applicabile, mentre per il privato si è concordata una fase transitoria per definire la modulistica contrattuale, il sistema di richiesta online e le modalità di richiesta degli incentivi previsti dalla legge.

Teodoro Lonfernini (Segretario di Stato per il Lavoro): “L’accordo sancisce un lavoro normativo di cui eravamo completamente sprovvisti. Strategica è stata la scelta di lavorare in abbinamento tra settore privato e settore pubblico in un’ottica di sistema Paese. Strategico è stato il lavoro sinergico svolto dalle due Segreterie nelle tempistiche programmate. Sono convinto che abbiamo dotato il nostro Paese di uno strumento utile oggi e domani.

Elena Tonnini (Segretario di Stato agli Affari Interni): “Credo sia un risultato importante quello raggiunto oggi con la firma di questo accordo, il lavoro agile non era mai stato disciplinato prima. Nonostante la situazione di emergenza che stiamo vivendo, il nostro Paese ha dimostrato, anche su questo tema, una grande resilienza. E’ stato svolto un lavoro ottimo che ha permesso di raggiungere importanti obiettivi con un testo unico per pubblico e privato. Con questo accordo siamo riusciti a dare al Paese in pochi mesi uno strumento che si è rivelato importante durante la fase Covid ma che lo sarà soprattutto in prospettiva.”