Fiera dell’Editoria di Roma, la Regione punta a valorizzare la filiera emiliano-romagnola del libro

19

Al via la selezione di otto case editrici dell’Emilia-Romagna da ospitare nel proprio stand istituzionale

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Sono otto le case editrici emiliano-romagnole che potranno essere ospitate nello stand istituzionale dell’Emilia-Romagna alla Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria “Più libri Più liberi”, che si terrà a Roma dal 7 all’11 dicembre 2022.

La Regione, che parteciperà anche quest’anno, per valorizzare la filiera regionale del libro e l’impegno al suo sostegno, ospiterà nel proprio stand, per la prima volta, alcune case editrici emiliano-romagnole che potranno presentare e commercializzare le proprie produzioni.

Sarà la Regione a farsi carico delle spese di iscrizione alla Fiera, comprese quelle connesse alla partecipazione delle case editrici ospiti, coprendo inoltre i costi di affitto, allestimento e gestione dello stand. Le case editrici dovranno garantire, in raccordo tra loro, la presenza presso lo stand di personale addetto alla gestione e alla vendita, assumendosi inoltre le spese di movimentazione dei volumi.

Le case editrici emiliano-romagnole interessate possono fare domanda entro giovedì 22 settembre 2022, seguendo le indicazioni pubblicate nel bando approvato dalla Giunta regionale e reperibile al link: https://patrimonioculturale.regione.emilia-romagna.it/avvisi-e-bandi/editoria-fiera-roma-2022.

Le richieste saranno selezionate in base a una serie di criteri di valutazione (tra cui il numero di novità pubblicate nel 2021, l’innovazione e internazionalizzazione della produzione editoriale, il radicamento nel territorio regionale).
Per maggiori informazioni è possibile scrivere a BandoEditoriaCultura@regione.emilia-romagna.it .