Festività: bilancio positivo e lusinghiero

7

In lungo periodo delle festività natalizie si è appena concluso e l’Amministrazione Comunale di Mercato Saraceno tira le somme con visibile soddisfazione e con qualche progetto nel cassetto

MERCATO SARACENO (FC) – Tanti gli eventi messi in campo ognuno dei quali è stato linfa vitale per il piccolo Comune della Valle del Savio che ha visto sia nelle giornate infrasettimanali che nelle giornate festive tante persone animare il centro storico.

A partire dal 14 novembre quando grazie al comitato del centro storico si sono accese le luminarie con la grande sfilata di moda è stato un susseguirsi di eventi e attrazioni.  La pista di pattinaggio, naturalmente è stato un richiamo importante  per le famiglie di tutta la valle,  che ogni giorno grazie alla grande affluenza hanno reso  magica la Piazzetta del Savio con una vitalità che solo i ragazzi sanno dare, ma anche la prima mostra presepiale del Maestro Gennaro Cerqua ha visto tanta affluenza di pubblico, dalle scuole alle famiglie ma anche da tanti escursionisti e nei giorni scorsi, ha avuto l’onore della presenza del nostro Vescovo Douglas Regattieri che ha speso bellissime parole e ascoltato con interesse i progetti messi in campo.

Altre grandissime soddisfazioni sono arrivate  dai privati, con la realizzazione del panettone artigianale al Famoso grazie al quale il  nome di Mercato Saraceno è balzato alla ribalta nazionale e internazionale,  con gli speciali auguri Rumeni con canti cibo  e abbigliamento tipico del Paese dell’Est, con la vitalità degli eventi organizzati dagli esercizi commerciali del centro, con il partecipatissimo torneo di briscola e naturalmente grazie al coinvolgimento dell’attivissima Pro Loco tante le attività ludiche  che hanno reso speciali queste festività come l’emozionantissimo coro dei bambini delle scuole materne,  l’arrivo degli Elfi in Vespa, l’arrivo di Babbo Natale con la slitta, le bolle di sapone e  per ultimo ricordiamo il coinvolgimento di Slow Food con un pomeriggio dedicato al Porcospino il dolce mercatese per eccellenza,  che ancora una volta ha coinvolto molti esercizi commerciali.

Anche le frazioni sono state oggetto di attenzione infatti l’amministrazione comunale ha dato un contributo per le luminarie di Bora e di Montecastello.

Queste le parole del Sindaco Monica Rossi con delega al turismo: È stato un lavoro di preparazione molto faticoso del quale ringrazio tutti gli uffici comunali che mi hanno supportata per il raggiungimento di questo importante obiettivo che andremo ad affinate e ove possibile potenziare; con il Maestro Cerqua ad esempio stiamo mettendo in campo un corso nazionale di tecnica presepiale. Già per i prossimi giorni ho fissato una riunione per ragionare quali dovranno essere i punti cardine delle prossime festività . Mercato Saraceno si conferma un Borgo molto propositivo con peculiarità tutte sue come la vocazione vitivinicola e alcune uniche specialità gastronomiche come il dolce Porcospino o il bustrengo salato. Naturalmente ringrazio la preziosa Pro Loco che è sempre al fianco dell’Amministrazione con grande entusiasmo. È stato un Natale bello e faticoso nello stesso tempo, la pandemia ha cambiato gli equilibri di tutti noi ci ha reso più fragili e vulnerabili, ci ha fatto ragionare sul fatto che tutti i nostri programmi possono venire cancellati da un giorno all’altro ma nonostante questo abbiamo lavorato con l’entusiasmo di sempre e siamo stati ripagati

Ma Mercato Saraceno non dorme certo sugli allori e infatti nei prossimi giorni partirà anche la bella programmazione teatrale di Palazzo Dolcini,  In viaggio: la memoria tra passato e presente;  che mette in scena temi importanti per questa amministrazione come memoria, storia e inclusione, senza dimenticare l’intensa  programmazione del Cinema Dolcini  che rendono il Comune un polo culturale di primaria importanza nella Valle del Savio