Festa Liberazione: “Piazze liberate” con le scuole

5

Lunedì 25 aprile gli studenti delle superiori propongono iniziative sulla Resistenza e musica in centro storico

MODENA – “Piazze liberate” è il titolo che raccoglie le iniziative proposte dagli studenti delle scuole superiori modenesi nel pomeriggio di lunedì 25 aprile, a partire dalle 15.45: musica e appuntamenti sulla Resistenza in piazza Grande e in tutto il centro storico di Modena.

In Galleria Europa, in piazza Grande, gli studenti dell’Ites Barozzi presentano “Costruttori di libertà”, un’iniziativa che si inserisce nell’ambito del progetto Erasmus sviluppato dalla scuola. I ragazzi leggono testimonianze e storie di partigiani con proiezione di video e lo fanno insieme ai docenti e agli studenti che provengono da Grecia, Romania, Ungheria e Germania. Il progetto Erasmus si chiama “Never Again – A History Lesson Where History Was Born”.

In piazzetta Sant’Eufemia, davanti alla sede dell’Università, i ragazzi del liceo Sigonio propongono “Viva la libertà”: letture, musica e canti per riflettere sulla Resistenza e sulla Repubblica.

In piazza Grande, nell’area del portico a sud, i giovani musicisti dell’istituto Vecchi Tonelli del gruppo Modena Flute Ensemble propongono “Liberamente: musica per la libertà” con brani di Joseph Bodin de Boismortier (Concerto a 5 in Sol maggiore, Adagio, Allegro, Allegro) e Alexander Tcherepnin (In the Church, Parents hope for Childrens, In the Kitchen).

In via Emilia, tra piazzetta Torre, piazza Mazzini e piazza Matteotti la Festa della Liberazione si sviluppa, a cura dei ragazzi del Tassoni, in una serie di interviste ai cittadini sul senso della ricorrenza che saranno pubblicate on line.

Nelle strade del centro, inoltre, suonano brani della Resistenza i ragazzi della Wind Band del liceo Sigonio, una banda itinerante composta da 40 elementi.

Sempre lunedì 25 aprile, alle 14.40, alla Polisportiva San Faustino, si svolge, a cura dell’Arci, la “Passeggiata di quartiere fino al Bonvi Parken alla ricerca di “Nonno albero”, mentre alle 18, nella sala Giacomo Ulivi, l’associazione Casa delle Culture propone l’incontro con Matteo Petracci, autore del libro “Partigiani d’oltremare. Dal Corno d’Africa alla Resistenza italiana”, che dialoga con Andrea Sestante, autore della graphic novel “Yekatit 12”.

Alla Sala Truffaut, alle 21, con il patrocinio di Anpi, è in programma il film di Andrea Vogt “Bella ciao. Song of ribellion”. Interviene Toni Verona di Ala Bianca, co-produttore del film.