Festa dell’Europa, lunedì 10 maggio la sessione europea del Consiglio comunale

15

Domenica 9 maggio Palazzo del Podestà si illumina di blu e giallo e su Salaborsa sarà appesa una bandiera europea lunga oltre 50 metri

BOLOGNA – Lunedì 10 maggio alle 13 il Consiglio comunale si riunirà per la seduta europea in occasione della Festa dell’Europa, la seduta si terrà in videoconferenza e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube del Comune. Dopo la sessione europea il Consiglio proseguirà con la seduta ordinaria.

La seduta sarà aperta dalla presidente del Consiglio comunale di Bologna, Luisa Guidone. Seguiranno gli interventi di Antonio Parenti, direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e di Vincenzo Amendola, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio (Affari europei). La Sessione europea si concluderà con l’intervento della vicesindaca Valentina Orioli.

La data del 9 maggio per festeggiare l’Europa fu scelto dalla Comunità Economica Europea per ricordare il discorso che Robert Schuman fece nel 1985 a Milano per presentare la creazione di un nucleo economico europeo, a partire dalla messa in comune delle riserve di carbone e acciaio, come primo passo verso una futura Europa federale, ritenuta indispensabile al mantenimento della pace.

La Sessione europea del Consiglio comunale è stata istituita con l’obiettivo di presentare alla città le attività del Comune di Bologna in ambito europeo, di discutere anche in seno al Consiglio comunale gli indirizzi dell’Unione Europea e di promuovere la cittadinanza europea, avvicinando le istituzioni comunitarie ai cittadini.

In occasione della festa dell’Europa, domenica 9 maggio, all’imbrunire, la facciata del palazzo del Podestà che si affaccia su Piazza Maggiore, si illuminerà con i colori della bandiera europea, giallo e blu e
Da sabato 8 maggio l’associazione EuropaNow! stenderà sulla facciata di Palazzo d’Accursio, lato Salaborsa, una bandiera europea lunga oltre 50 metri e alta due, per celebrare i valori fondanti dell’Unione e rilanciare il progetto comune di un’Europa più unita e solidale. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Bologna.