Ferrovia Bologna-Portomaggiore, partono i lavori per il definitivo ripristino del tratto interessato dall’alluvione dell’Idice del novembre 2019

49

Servizio di bus sostitutivi tra Budrio e Portomaggiore fino a settembre. La sopraelevazione della massicciata consentirà anche la soppressione di due passaggi a livello

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Entrano nel vivo i lavori di ammodernamento e completo ripristino delle condizioni di sicurezza della linea ferroviaria regionale Bologna-Portomaggiore, interessata dalla rottura del fiume Idice in località Vedrana (frazione di Budrio) del novembre 2019: da lunedì 15 febbraio chiude il tratto compreso tra Budrio e Portomaggiore, per consentire la realizzazione degli interventi.

I treni rispetteranno il normale orario tra Bologna e Budrio, mentre saranno sostituiti da bus per il tragitto tra Budrio e Portomaggiore. E questo fino al termine dei lavori, previsto per il prossimo settembre.

La tratta rimase interrotta a fine 2019, per circa un mese e mezzo, nel tratto compreso tra Budrio e Mezzolara. Questo a causa della erosione della massicciata generata dalle acque uscite sul piano della campagna a seguito della rottura dell’argine dell’Idice, avvenuta il 17 novembre 2019.

La linea venne riattivata in via provvisoria nei primi giorni del 2020, dopo un intervento di riparazione urgente eseguito da Ferrovie Emilia-Romagna (Fer), concluso in tempi record.

I lavori in cantiere saranno realizzati grazie ad un finanziamento regionale di 5,5 milioni di euro, nell’ambito della seconda tranche dei fondi post-alluvione assegnati nel luglio scorso dalla Protezione civile nazionale.

Risorse che si vanno a sommare ad un primo stanziamento risalente ad aprile di 2,5 milioni di euro destinati ai lavori per riaprire provvisoriamente la linea.

“Capisco che per i viaggiatori l’interruzione creerà un certo disagio- osserva l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini- ma credo davvero che quanto si realizzerà sarà decisivo per rendere più sicura e veloce una linea che è di grande importanza per la mobilità sul territorio”.

Cosa prevede l’intervento

I lavori prevedono la sopraelevazione della massicciata, intervento che metterà in sicurezza il tracciato e consentirà la realizzazione di due nuovi sottopassi all’intersezione della linea ferroviaria con via Mingarano e via Bacchiere, dalle parti di Vedrana, frazione di Budrio, e contestuale eliminazione degli attuali passaggi a livello, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza della circolazione stradale e anche di fluidificare il traffico automobilistico.

Sulla linea è inoltre già in corso il rinnovo integrale dei sistemi di segnalamento e di sicurezza, a partire dall’implementazione del sistema SCMT, in linea con gli standard tecnici di riferimento nazionali.