Ferrara partecipa alla ‘Giornata del risparmio energetico’ e all”Ora della Terra 2021′

26

Sabato 27 marzo 2021 previsto lo spegnimento di alcune illuminazioni artistiche in città dalle 20.30 alle 2130. Ass. Balboni: “gesto simbolico che spegne le luci, ma vuole accendere le coscienze”

FERRARA – Risparmio energetico e lotta al cambiamento climatico. E’ con l’adesione a due iniziative in programma il 26 e 27 marzo prossimi che anche Ferrara intende richiamare l’attenzione su questi due temi ambientali di grande attualità.

Per venerdì 26 marzo la Giunta comunale ha infatti confermato, come di consueto, la partecipazione alla campagna ‘M’illumino di meno – Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili‘ promossa, per il diciassettesimo anno consecutivo, dalla trasmissione radiofonica di Radio2 ‘Caterpillar’. L’edizione 2021 è in particolare dedicata al tema del ‘Salto di Specie’, ossia “l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo assolutamente fare per uscire migliori dalla pandemia”. L’invito di M’illumino di Meno 2021, rilanciato anche dal Centro Idea del Comune di Ferrara, è a raccontare (https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=4%3dNcLUSb%262%3dR%26A%3dTPVWa%265%3dTSV%26A%3d9GM6J_Etiq_P4_8rps_H7_Etiq_O97L2L00BGqI6.Kq0.6M_8rps_H76Gt6K.IxG_Etiq_O9JTRbGV_Etiq_P9222x4qA0_8rps_I56M%26t%3dDHLB4O.GuK%266L%3dGTPWL) i piccoli e grandi ‘salti di specie’ di ognuno, quelli già fatti e quelli in programma: dalla mobilità all’abitare, dall’alimentazione all’economia circolare.

 

Sabato 27 marzo, invece, l’appuntamento è con l’evento globale del Wwf “L’ora della Terra” (“Hearth Hour 2021 – Speak up for Nature”). L’iniziativa, giunta alla sua tredicesima edizione, è nata come evento simbolico per evidenziare l’urgenza e la necessità di contrastare e arrestare il cambiamento climatico.

“È importante – sottolinea l’assessore comunale all’Ambiente Alessandro Balboni – in questo momento storico di grave crisi climatica, continuare a proporre attività di sensibilizzazione ambientale. L’Ora della Terra è un gesto simbolico che spegne le luci, ma vuole accendere le coscienze. Come Assessore all’Ambiente, coerentemente con lo spirito dell’iniziativa, sono felice dell’importante opera di ammodernamento dell’illuminazione pubblica ferrarese, che garantirà sia una riduzione della CO2 equivalente emessa che un forte risparmio economico per il taglio dei costi sull’elettricità”.

In occasione dell'”Ora della Terra”, le luci di decine di migliaia di edifici, palazzi e monumenti si spegneranno per un’ora dalle 20.30 alle 21.30 del 27 marzo, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche. E fra queste anche quelle di Ferrara, che per l’occasione terrà spente per un’ora l’illuminazione artistica dell’acquedotto monumentale di piazza XXIV Maggio (ad eccezione delle luci funzionali all’ingresso della struttura); l’illuminazione artistica di corso Martiri della Libertà e piazza Trento Trieste, che comprende l’illuminazione della facciata e della fiancata del Duomo, del Campanile e della Torre della Vittoria; l’illuminazione artistica della prospettiva di corso Giovecca e l’illuminazione artistica delle Mura storiche della città (ad eccezione di via Bacchelli).

Per maggiori dettagli sulle iniziative:

Centro Idea – Comune di Ferrara: M’illumino di meno e L’ora della Terra

Caterpillar – M’illumino di meno!
WWF www.oradellaterra.org