Farfalle di Emanuele Aldrovandi dal 9 al 15 settembre al Teatro Arena del Sole di Bologna

3
Foto Farfalle – Giorgia Senesi e Bruna Rossi ph Francesco Calzolari

BOLOGNA – Si è da poco aggiudicato il Nastro D’Argento 2021 per il Miglior corto di finzione con Bataclan: Emanuele Aldrovandi è uno degli autori italiani più interessanti della nuova generazione. Il suo Farfalle, Premio Hystrio 2015 e vincitore 2016 del Mario Fratti Award, dopo la prima internazionale al The Tank Theatre di New York nel 2019, debutta ora da giovedì 9 a mercoledì 15 settembre al Teatro Arena del Sole, dove era previsto in scena la scorsa stagione e poi sospeso a causa della pandemia.

Aldrovandi dirige Bruna Rossi e Giorgia Senesi in una produzione di Associazione Teatrale Autori Vivi, ERT / Teatro Nazionale e Teatro dell’Elfo.

Protagoniste due sorelle, una bionda (Bruna Rossi) e una mora (Giorgia Senesi), e il gioco che le ha unite fin da quando, piccolissime, sono rimaste sole: a turno, chi ha in mano la collana a forma di farfalla può obbligare l’altra a fare qualsiasi cosa, pena la fine del gioco.

Durante lo spettacolo le attrici giocano a interpretare i personaggi principali delle loro vite, in un susseguirsi di scene che raccontano con tragicomica ironia la crescita delle due sorelle e le loro scelte di vita, che le portano ad acquisire sempre maggiore consapevolezza di sé e a diventare molto diverse dalle ragazzine che erano. Il loro percorso è opposto, quasi complementare, e il cambiamento che vivono le spinge prima ad allontanarsi e poi a scontrarsi violentemente.

Il rapporto ancestrale tra le due sorelle viene narrato in tutte le sue sfaccettature: in scena sono ormai adulte e ripercorrono gli anni e i ricordi, i conflitti, le competizioni, le incomprensioni, ma anche l’amore, l’affetto e la vicinanza, fondamentali per superare le difficoltà che la vita ha presentato loro. Le donne sono legate da un sentimento che trascende i confini dello spazio e del tempo, pur non essendosi riuscite mai a capirsi fino in fondo.

«Due personaggi femminili credibili, a tutto tondo, – recita la motivazione del premio Hystrio – sapientemente tratteggiati con gusto contemporaneo. Ma anche per un realismo un po’ magico che lo trasforma in una curiosa favola nera dove i giochi sono crudeli e la bontà ambigua».

L’autore ha iniziato a lavorare su Farfalle nel 2013, ispirandosi ad alcune novelle di Luigi Pirandello.

«È difficile raccontare di cosa parla un testo – afferma Emanuele Aldrovandi – e forse è ancora più difficile sapere quali siano state le esigenze che ti hanno portato a scriverlo.

Per Farfalle ne posso ipotizzare almeno tre. La prima, iniziale, era la volontà di mettermi alla prova cimentandomi con la scrittura di personaggi femminili complessi. I testi che avevo scritto fino a quel momento avevano sempre un protagonista maschile, o al massimo una coppia di protagonisti uomo-donna, perciò la sfida che avevo in testa da un po’ era quella di provare a raccontare in modo profondo e credibile “la storia di due possibili donne”.

La seconda esigenza rispecchia una riflessione sul valore dell’esperienza. Il mondo è pieno di persone che dispensano consigli in base al loro vissuto personale e tutta la nostra cultura è fondata sull’idea che la conoscenza – scientifica, culturale, esperienziale e perfino emotiva – si possa diffondere o tramandare. Ma le esperienze che facciamo ci insegnano davvero qualcosa sulla vita, su noi stessi o sugli altri? E fino a che punto, quando cerchiamo di trasmettere alle persone che amiamo quello che pensiamo di aver imparato, facciamo loro del bene?

La terza esigenza è scenica: volevo costruire una dinamica che fosse “interna” alla vicenda, ma allo stesso tempo avesse il potere di “creare” le situazioni e i personaggi. Per questo le altre figure della storia, dal padre inaffidabile al medico opportunista, sono sempre in bilico fra l’avere una vita propria e l’essere proiezioni generate dal vortice del gioco in cui le due sorelle sono immerse».

L’Associazione Teatrale Autori Vivi è stata fondata nel 2019 con l’obiettivo di mettere la drammaturgia contemporanea al centro del processo produttivo teatrale. Farfalle è la prima produzione della compagnia, spettacolo co-prodotto con ERT / Teatro Nazionale e Teatro dell’Elfo.

Emanuele Aldrovandi, autore teatrale, sceneggiatore e regista, ha scritto numerosi testi fra cui Homicide House (Premio Riccione-Tondelli), Farfalle (Premio Hystrio e Mario Fratti Award), Felicità (Premio Pirandello) Scusate se non siamo morti in mare (Finalista Premio Riccione e Premio Scenario), Allarmi! (Finalista Premio Testori), Il generale (Premio Fersen), Robert e Patti, La donna più grassa del mondo e Isabel Green.

È fondatore e direttore artistico dell’Associazione Teatrale Autori Vivi, ha lavorato fra gli altri con ERT / Teatro Nazionale, Teatro Elfo Puccini, Teatro Stabile di Torino, LAC Lugano, Compagnia MaMiMò e ATIR Teatro Ringhiera.

È uno degli autori selezionati da Fabulamundi Playwriting Europe e i suoi testi sono tradotti, messi in scena e pubblicati in inglese, tedesco, francese, spagnolo, polacco, sloveno, ceco e catalano.

Si è occupato anche di eventi site-specific e installazioni museali. Ha scritto e diretto vari cortometraggi, che sono stati presentati in numerosi festival nazionali e internazionali, ricevendo vari riconoscimenti. Con Bataclan ha vinto il Nastro d’Argento 2021 per il miglior cortometraggio italiano e sta lavorando al suo primo lungometraggio. Insegna scrittura teatrale all’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano.

Giorgia Senesi, diplomata alla Scuola di Teatro diretta da Giorgio Strehler a Milano, lavora come attrice in diversi spettacoli diretta dallo stesso Strehler, che nel 1996 la sceglie come protagonista nell’ultima edizione di Arlecchino servitore di due padroni, ruolo interpretato in tutto il mondo con successo fino ad oggi. Successivamente è diretta da Maurizio Scaparro, Sergio Fantoni, Stefano de Luca, Karin Bayer, Carmelo Rifici, Tindaro Granata, Guido de Monticelli e Luca Ronconi. Partecipa anche a numerose produzioni televisive e film, fra cui La variabile umana di Bruno Oliviero, La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo e Gli sdraiati di Francesca Archibugi.

Bruna Rossi frequenta il Corso per Attori alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano tra l’86 e l’89. Scelta da Mario Martone, debutta nel ruolo di Ecuba nella Seconda Generazione, iniziando così la propria collaborazione con Teatri Uniti. Nel 1994 vince il Premio Duse come migliore attrice emergente per Come le foglie di Giacosa, con la regia di Cristina Pezzoli. Successivamente lavora con Massimo Castri, Nanni Garella, Valerio Binasco, Bob Wilson, Gigi Dall’Aglio, Walter Le Moli, Marco Sciaccaluga, Carmelo Rifici, Serena Sinigaglia, Emiliano Bronzino, Federico Tiezzi, Toni Servillo e Luca Ronconi. Partecipa anche a varie produzioni televisive e film, diretta fra gli altri da Citto Maselli, Gabriele Muccino, Roberto Andò e Mario Martone.

CANTINELLA – RISTORO ALL’ARENA DEL SOLE

Torna nel Chiostro il bar di Cantinella a cura di Good Vibes, con gli arredi del Mercato di Piazza Grande.

Giovedì, venerdì e sabato dalle 19.00 | domenica dalle 15.00.

Farfalle

testo e regia Emanuele Aldrovandi

con Bruna Rossi e Giorgia Senesi

scene e grafiche CMP design

costumi Costanza Maramotti

luci Vincent Longuemare

suoni Riccardo Caspani

movimenti Olimpia Fortuni

design farfalla Laura Cadelo Bertrand

assistente alla regia Valeria Fornoni

responsabile tecnico Luca Serafini

produzione Associazione Teatrale Autori Vivi, ERT / Teatro Nazionale, Teatro dell’Elfo

in collaborazione con L’arboreto Teatro Dimora | La Corte Ospitale ::: Centro di Residenza Emilia

Romagna

in collaborazione con Big Nose Production

con il sostegno di Centro di Residenza della Toscana (CapoTrave/Kilowatt e Armunia)

con il sostengo di Fondazione I Teatri Reggio Emilia

Testo vincitore del Premio Hystrio scritture di scena 2015 e del Mario Fratti Award 2016.

Il testo Farfalle di Emanuele Aldrovandi è stato pubblicato nel numero di gennaio/marzo 2016 di Hystrio e nella collana Linea di ERT ideata con Luca Sossella editore.

Prossime date al Teatro Storchi di Modena:

dal 21 al 26 settembre 2021

martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 21.00

sabato ore 19.00

domenica ore 16.00

 

Informazioni:

Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44 – Bologna

Prezzi dei biglietti € 12 / 7,50

Ingresso consentito ai possessori di green pass e documento identificativo come definito nel DPCM n.105 del 23/07/2021, art.3 comma 4. Per i minori di 12 anni non è previsto l’obbligo del green pass.

Da quest’anno sarà possibile utilizzare i biglietti in formato elettronico. Acquistando biglietti on-line o telefonicamente si riceverà una conferma via mail che potrà essere utilizzata per entrare in sala senza necessità di passare dalla biglietteria.

Biglietteria: dal 3 al 10 settembre, dal martedì al sabato dalle ore 16.00 alle 19.00.

Dal 14 settembre, dal martedì al sabato dalle ore 11.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 19.00.

Tel. 051 2910910 – biglietteria@arenadelsole.it | bologna.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it

Teatro Arena del Sole

Via Indipendenza 44, Bologna

Dal 9 al 15 settembre

giovedì e venerdì ore 21.00 | sabato ore 19.00 | domenica ore 16.00

Sala Thierry Salmon

Farfalle

testo e regia Emanuele Aldrovandi

con Bruna Rossi e Giorgia Senesi

produzione Associazione Teatrale Autori Vivi, ERT / Teatro Nazionale, Teatro dell’Elfo

in collaborazione con L’arboreto Teatro Dimora | La Corte Ospitale ::: Centro di Residenza Emilia-Romagna

durata 1 ora e 30 minuti

prima italiana