Ex Amcm: una piazza rialzata con arredi “industriali”

26

Realizzata sopra al parcheggio pubblico seminterrato, sarà collegata con scale e rampe per un facile accesso ciclopedonale. Intorno la piazza dei Binari e lo spazio pubblico ex Filovia

MODENA – Una grande piazza pedonale e ciclabile rialzata e attrezzata, sulla quale una maglia di sedute, vasche verdi, alberature ed elementi di risalita dal parcheggio sottostante differenzieranno gli spazi generando intime aree di sosta e spiazzi per una socializzazione più aperta. Sotto un parcheggio seminterrato da circa 245 posti auto e, intorno, la “piazza dei Binari” davanti all’ex Aem, un’area foyer di fronte all’ex Enel, uno spazio pubblico dall’ex Filovia e percorsi di accesso per le aree pubbliche e per i nuovi interventi residenziali che verranno realizzati in un secondo momento.

Il parcheggio pubblico seminterrato avrà una superficie intorno ai 6.250 metri quadrati, sarà accessibile da via Peretti e potrà accogliere i frequentatori del centro storico di giorno e i fruitori delle attività culturali e sportive la sera. Lo spazio per la sosta sarà suddiviso in tre comparti con diversi corpi di risalita, due dei quali con ascensori, oltre a ulteriori uscite di emergenza. Il ricambio d’aria sarà garantito da appositi elementi a grata ricavati lungo i bordi delle vasche verdi in copertura e sul perimetro del parcheggio. Per la sua realizzazione sarà necessaria una deviazione del canale Pradella, che sarà spostato più a sud.

In superficie, un ampio percorso pedonale e ciclabile rialzato e attrezzato collegherà il comparto al centro storico a nord e alle aree residenziali a sud, in rete con le piste presenti in zona (su via Buon Pastore, via Cavedoni e il percorso interno al parco lineare Peretti). Altri percorsi trasversali e due gallerie urbane interne agli edifici Laboratorio aperto ed ex Filovia consentiranno la massima accessibilità dello spazio rinnovato. Su via Sigonio e via Peretti saranno ridisegnati gli attraversamenti e gli accessi riservati ai pedoni, indirizzandoli direttamente sul percorso che attraversa il comparto. Un altro accesso pedonale sarà possibile da via Buon pastore sul percorso tra l’ex Aem e uno dei futuri edifici dedicati alla residenza. L’area sarà inoltre servita dal trasporto pubblico con fermate sia in via Sigonio sia in via Buon Pastore.

Gli arredi, pochi e caratterizzanti, saranno realizzati con materiali come il calcestruzzo e il metallo, per richiamare il passato industriale dell’area. Saranno inoltre presenti elementi che valorizzeranno la vocazione della zona future attività di street art. Tutti gli spazi saranno ben illuminati anche nelle ore notturne, senza angoli difficilmente controllabili, e saranno predisposti con attenzione all’accessibilità anche per gli utenti deboli, attraverso la presenza di guide naturali o di pavimentazioni speciali podotattili.

Sulla piazza, la connessione tra differenti livelli della pavimentazione sarà resa possibile grazie alla realizzazione di quattro rampe e dieci scale distribuite sui vari fronti. Oltre alle vasche verdi di varie dimensioni e forme, saranno presenti anche vasche senza vegetazione, destinate a funzioni differenti, con la presenza di un tavolo da ping pong, di sedute posizionate una in fronte all’altra o di sedute dotate di tavolo. Tutta l’area sarà attrezzata con sedute vere e proprie (in legno riciclato e profilo metallico) e con sedute secondarie, ricavate dal bordo delle vasche, da gradini, muretti e cubotti). L’area sarà inoltre attrezzata con varie rastrelliere per biciclette e con un deposito protetto. Il perimetro della piazza sarà delimitato da fioriere, vegetazione e sedute anche per consentire la rapida percezione degli spazi e dei dislivelli.

La nuova ‘piazza foyer’, lo spazio antistante l’ingresso del nuovo teatro (ex Enel), sarà caratterizzata da gradoni per una seduta informale alternati ad aiuole verdi. Potrà essere utilizzato, appunto, come area di attesa o di sosta in concomitanza degli spettacoli, arricchendo la dotazione di servizio nelle sale interne. L’area costituirà anche una connessione ‘a quota zero’ tra l’ingresso di via Peretti e la piazza dei Binari, davanti all’ex Aem.

Quest’ultimo spazio, caratterizzato da una pavimentazione che richiama i binari attraverso l’utilizzo di griglie in ghisa e l’alternanza di diversi materiali, è pensato come luogo dinamico, dal carattere fortemente aggregativo, contenitore di eventi che potenziano l’offerta culturale degli edifici che lo delimitano. Potrà quindi ospitare spettacoli all’aperto, esposizioni temporanee oppure mercatini e fiere tematiche. La gradinata di connessione con la quota della piazza e della palestra potrà diventare una sorta di agorà, mentre la rampa per il percorso ciclopedonale potrà trasformarsi in struttura per performance di discipline contemporanee urbane.

Nello spazio tra l’ex Filovia e via Sigonio sarà realizzata una piazzetta, con rastrelliere e sedute riposizionabili, e poco distante verrà collocata una pensilina per gli autobus, in posizione che non vada a chiudere la vista della facciata dell’edificio vincolato. Intorno al fabbricato sono previsti percorsi e alberature.

Lo spiazzo davanti al nuovo ingresso del cinema estivo, sul lato della piazza centrale, sarà incorniciato ancora una volta da sedute e potrà essere utilizzato per iniziative, eventi e installazioni.