ERROR DAY 29 ottobre 2022 ore 18 UPDATE

53

BOLOGNA – ERRORDAY 2022

VIATICO PER DEVIATI

Spettacolo senza sottotitolo

29 ottobre 2022 ore 18

Oratorio di San Filippo Neri

Ingresso gratuito

“Zia a noi piacciono le cose brutte”

— Pietro 12 anni

Deviazioni, paesaggi alieni, istruzioni per smarrirsi e lasciare la via principale e dirigersi altrove, imboccando la strada di linguaggi creativi.

Per divagare nella letteratura, accompagnati da Ermanno Cavazzoni (Gli errori dell’universo), da Stefano Tonietto (Deviazioni topografiche in Emilia Romagna) e da Alberto Piancastelli con le sue Pignolerie. Per perdersi nella musica, distratti da Massimo Privitera con le Deviazioni canoniche: Fantasie oniriche e scatologiche di Padre Martini. Per confondersi nella moda, attratti da Antonio Saturnino (Ai ragazzi piacciono le cose brutte?). Su note e parole dondolate tra “Il mio Kant libero” e le onde corali dei MissErrabili, questa edizione dell’ ErrorDay è ineffabilmente destinata a un pubblico cui si vogliono offrire originali e difficili divagazioni per perdersi senza paura.

Di e con Clelia Sedda, Ermanno Cavazzoni, Massimo Privitera, Antonio Saturnino, Alberto Piancastelli, Stefano Tonietto, i Miss Errabili, Angela Albanese, Leonardo Di Grazia, Vincenzo Di Grazia, Filomena Forleo, Alessandra Giura Longo, Anna Santoro, Candace Smith, Fabio Tricomi, Matteo Zarabini.

Stefano Tonietto (Padova, 1960), è poeta comicavalleresco (Olimpio da Vetrego, poema in ottave di 37.000 endecasillabi, Inchiostro 2010), fingitore di cultura classica (Letteratura latina inesistente, Quodlibet 2017; Altri dodici Cesari, Exòrma 2022) e traduttore di Dante in italiano lipogrammatico (Il Divino Intreccio. Inferno, in riga 2021).

Massimo Privitera è un musicologo dell’Università di Palermo, che abita prevalentemente la polifonia del tardo Rinascimento, ma frequenta anche il café-concert, la canzone napoletana, i musical cinematografici. In trent’anni di attività ha diretto cori di varia formazione, e ha fondato il Gruppo vocale Tens Clar (Bologna) e il Coro polifonico dell’Università della Calabria (Cosenza).

Antonio Saturnino, a seguito di un percorso di studi Umanistici, nel 2005 si dedica al sartoriale/custom-made e alla produzione industriale degli accessori, soprattutto calzature. La sua attività professionale include l’organizzazione di workshop e corsi di alta formazione. ll suo nuovo progetto di linea sartoriale femminile Antonio Saturnino© è un invito al confronto sistematico con le tematiche della sostenibilità, della circolarità e dell’inclusività.

L’ERRORDAY si articola in una serie di incontri sul tema dell’errore e su come questo concetto influenzi ambiti della cultura e della ricerca, offrendo contenuti e linguaggi creativi. Le precedenti edizioni sono state ospitate nelle sedi di istituzioni quali la Cineteca, l’Aula magna dell’Accademia di Belle Arti, la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio, il Foyer Rossini col terrazzo del Teatro Comunale, l’Aula Biagi della Sala Borsa, l’Oratorio di San Filippo Neri. Per il 2022 la manifestazione si articolerà nella Giornata mondiale dell’errore e in due giornate di approfondimento, i simposi, guidati da Clelia Sedda con Annagiulia Gramenzi e altri ospiti d’errore. Il primo simposio si terrà a novembre.