Emilia-Romagna Tennis Cup 2024: De Jong è il vincitore della terza edizione

13
Dejong – premiazione – Credits YF Studio

Il giovane olandese supera in finale il tedesco Daniel Altmaier con il punteggio di 76 61. Nel doppio si afferma l’italiano Bortolotti, è il primo azzurro nell’albo d’oro del torneo

SASSUOLO (MO) – È Jesper De Jong il vincitore della terza Emilia-Romagna Tennis Cup, il torneo organizzato da Master Group Sport in collaborazione con la Regione Emilia Romagna conclusosi oggi sul campo centrale dello Sporting Club Sassuolo. Il tennista olandese iscrive quindi il proprio nome nell’albo d’oro a fianco di quelli del croato Borna Coric (vincitore nel 2022) e del francese Alexandre Muller (2023).

In finale De Jong, rivelazione del torneo fin dal primo turno in cui aveva eliminato il detentore Muller, ha avuto la meglio per 76 61 della testa di serie numero 4, il tedesco Daniel Altmaier.

Un match che ha avuto “storia” solo nella prima frazione vinta al tie break dall’olandese che, partito contratto, ha faticato ad entrare nel ritmo match. Sotto di un break (2-4) è poi riuscito a strappare il servizio ad Altmaier forzando il set fino al tie break vinto 7-5 grazie ad una solida prima di servizio (alla fine del match la percentuale di punti vinti con la battuta sarà dell’80%).

Nel secondo set Altmaier, vistosamente in calo forse a causa della “maratona” di tre ore e mezza del giorno prima contro Coria, non è riuscito ad opporsi alla solidità e freschezza del 24enne di Harleem che porta così a casa il trofeo più importante della sua ancora giovane carriera.

«È stata una settimana faticosa, ma nello stesso tempo fantastica – le parole del vincitore – Ringrazio il mio allenatore, i tifosi sugli spalti, l’organizzazione del torneo che è stata impeccabile. Il mio obiettivo è entrare nei top 100 entro fine anno e questa vittoria mi dà grande slancio per risalire in classifica ed essere confidente in vista delle qualificazioni di Wimbledon che inizierò lunedì prossimo».

Nel torneo di doppio arriva la storia affermazione di un tennista italiano Marco Bortolotti, 33 anni da Reggiolo (RE), che in coppia con l’australiano Matthew Christopher Romios ha superato gli statunitensi Seggerman/Thrac con il punteggio di 76 26 11-9 nel super tie break decisivo. Bortolotti è il primo italiano a iscrivere il nome nell’albo d’oro della Emilia-Romagnna Tennis Cup.

A premiare gli atleti a Sassuolo c’erano il direttore generale di Master Group Sport Antonio Santa Maria e Giammaria Manghi, capo di segreteria politica della Presidenza della Regione Emilia Romagna che affianca Master Group Sport nell’organizzazione dell’evento.

«Sono ormai diversi anni che proponiamo l’Emilia-Romagna Tennis Cup – le parole di Manghi – Siamo all’epilogo di una settimana molto importante sia dal punto di vista del profilo tennistico che per partecipazione di pubblico: il miglior preludio a quello che sarà l’evento Coppa Davis di settembre. La nostra proposta sportiva, nel solco della Sport Valley, si orienta alla promozione del territorio. Sono doppiamente contento per la vittoria di un tennista emiliano nel torneo di doppio. L’albo d’oro di questo torneo ha nomi importanti del tennis internazionale, il fatto che per la prima volta ci sia un italiano, e della nostra regione, conferma la crescita tennistica della nostra regione per passione, partecipazione e proposta di eventi come questo orientato alla promozione del territorio. La nostra è una grande terra di sport e di interpreti, anche nel tennis».