Emergenza energetica: tutta la provincia di Parma unita, subito interventi straordinari

5

Massari riunisce sindaci e mondo economico e sociale del Parmense

PARMA – Hanno partecipato oltre 80 persone stamattina all’incontro istituzionale sull’emergenza dei costi energetici, organizzato dal Presidente della Provincia Andrea Massari, che ha riunito i sindaci e gli amministratori del Parmense, le associazioni di categoria imprenditoriali, commercianti, agricole e artigianali, e i sindacati.

È emersa una corale preoccupazione per il difficile momento, soprattutto per il rincaro delle forniture energetiche e la scarsità di materiali, che possono avere risvolti drammatici sia a livello economico che a livello sociale già nelle prossime settimane, che travolgerà imprese, famiglie ed enti locali, con i sindaci che ancora una volta si troveranno in prima linea.

Alla conclusione di un ampio confronto, l’assemblea ha convenuto sull’utilità di questo incontro e la necessità di mantenere questo coordinamento, come durante l’emergenza Covid, e sono state condivise le proposte sintetizzate da Massari di attivare 3 settori su cui intervenire, su altrettante proposte concrete che riguardano:
1. sociale, dove i Comuni stanno registrando l’esplosione delle richieste di sostegno economico su affitti e utenze e l’aumento dei soggetti che richiedono assistenza;
2. scuole, per cui occorre valutare le proposte utili a produrre risparmi su riscaldamento, illuminazione e trasporti, come chiusure il sabato, introduzione di didattica a distanza o altri provvedimenti organizzativi;
3. servizi, in particolare: riduzione degli orari di apertura degli uffici pubblici e adozione di smart working per consentire la chiusura degli edifici, riduzione dell’illuminazione pubblica e riduzione della temperatura negli ambienti pubblici e privati.