Elezioni, al lavoro oltre 1.000 persone tra le urne

15
urna

Complessivamente 205 i seggi a Modena, con presidenti, segretari e scrutatori. Decine anche i dipendenti comunali impegnati nella macchina elettorale

MODENA – Sono oltre 1.200, tra scrutatori, segretari e presidenti, le persone impegnate nel weekend per le elezioni politiche nel capoluogo: si vota domenica 25 settembre (dalle 7 alle 23) ma già sabato pomeriggio si insediano i seggi per le operazioni preliminari, mentre lo scrutinio delle schede per il Senato e la Camera si svolgerà nella notte, subito dopo la chiusura delle urne. A loro si aggiungono decine di operatori del Comune di Modena per garantire il buon funzionamento della macchina elettorale.

Scrutatori e segretari nei seggi sono esattamente mille e 205 i presidenti. A Modena, infatti, sono 186 i seggi ordinari e cinque quelli speciali allestiti nelle case di cura (quelle da 100 a 199 degenti) per elettori costretti a letto e nelle carceri. Sono poi quattro i seggi ordinari ospedalieri: due all’ospedale di Baggiovara e due al Policlinico. A questi sono abbinati altri quattro seggi speciali ospedalieri destinati a raccogliere il voto di elettori ricoverati e sei seggi speciali covid destinati a raccogliere il voto covid presso ospedali, Cra e al domicilio di elettori interessati da isolamento Covid-19 che ne facciano richiesta.

Il lavoro di scrutatori, segretari e presidenti, accompagnato dall’impegno di tanti rappresentanti di lista, è affiancato da quello di numerosi dipendenti comunali che si occupano delle attività elettorali, del collegamento con i seggi, della raccolta dei dati e della loro gestione informatica, del ritiro dei plichi e, naturalmente, dell’organizzazione logistica dei seggi, l’installazione delle cabine elettorali nelle scuole elementari e medie, la realizzazione della segnaletica.

Saranno 51 i dipendenti comunali impiegati nel ruolo di collegatori, 16 quelli addetti al ritiro plichi, 18 al servizio di consulenza e informazione, un supporto indispensabile anche per i presidenti di seggio, mentre saranno tre, più due turnisti e quattro di supporto, quelli addetti all’ufficio elettorale. Per il rilascio last minute di carte d’identità e tessere elettorali saranno impiegati 17 operatori d’anagrafe negli orari di apertura straordinaria: sabato orario continuato dalle 8.30 alle 18 con orario continuato e domenica, giorno della votazione, dalle 7 alle 23, sempre con orario continuato. Una ventina anche gli operatori del Ced, il Centro elaborazione dati comunale, per la raccolta dati e comunicazioni alla Prefettura, gli aspetti statistici e l’assistenza a sistemi e reti.

Per la Polizia locale sono oltre 50 gli operatori impegnati in vigilanza seggi, scorte materiale elettorale, presidio al Ced per la Commissione elettorale e circa altrettanti gli operatori tecnici in ausilio nei seggi per le aperture delle scuole e le pulizie.

Tutte le informazioni sulle elezioni politiche sono consultabili sulla sezione del sito istituzionale www.comune.modena.it/argomenti/elezioni dove domenica sarà possibile seguire i dati sull’affluenza (previsti aggiornamenti poco dopo le 12, le 19 e le 23) e quindi quelli dello scrutinio.