Edilizia popolare, approvato dalla Giunta il progetto relativo ai 4 alloggi di Calisese

6

L’opera sarà finanziata con parte dei proventi degli incassi derivanti dalle alienazioni di immobili comunali

CESENA – Ieri mattina la Giunta ha approvato il progetto relativo al completamento del fabbricato di Edilizia Residenziale Pubblica di Calisese costituito da 4 alloggi. L’opera, di un importo complessivo di 540 mila euro, è inserita nel Piano Investimenti 2021-2023, e sarà finanziata con parte dei proventi degli incassi derivanti dalle alienazioni di immobili comunali avviate nel corso del 2020. Gli uffici hanno predisposto a tal fine un progetto preliminare/definitivo, tenendo conto di quanto già eseguito e integrando gli elaborati tecnici con la progettazione degli impianti meccanici (termico e idrico-sanitario). Prosegue dunque l’impegno dell’Amministrazione comunale di Cesena sul fronte delle politiche abitative.

“Le alienazioni di 9 alloggi eseguite tra il 2020 e il 2021 – commenta l’Assessore con delega al Patrimonio Christian Castorri – hanno garantito un’entrata complessiva di 1.177.931,85 euro, dei quali 540 mila euro saranno investiti nel completamento dei quattro alloggi di Via Cavecchia, a Calisese. Con queste risorse, derivanti dalla vendita di altri immobili comunali, siamo in grado di ammodernare e qualificare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica comunale, con l’obiettivo di recuperare e assegnare in tempi rapidi una casa a chi ne ha diritto ma ancora non ce l’ha, rispondendo al sempre più diffuso e pressante fabbisogno abitativo, aggravato dalle difficoltà economiche causate dalla pandemia: gli alloggi riqualificati dovranno infatti essere assegnati non appena conclusi i lavori, da avviare entro la fine dell’anno”.

Inoltre, proprio per valorizzare il patrimonio Erp comunale, la Regione Emilia-Romagna ha destinato a Cesena un pacchetto complessivo di 133.481,96 euro. “Grazie alle risorse regionali stanziate nel 2020 a favore del nostro Comune, unitamente ad altre messe a disposizione da ACER, per la realizzazione di un programma di recupero di alloggi ERP sfitti – prosegue l’Assessore – sono stati recuperati 8 alloggi. A queste risorse ne sono state aggiunte altre provenienti dal bilancio Acer per 534 mila euro per un totale di 672 mila euro. Questo programma, che è confluito in una convenzione per l’affidamento dei lavori ad Acer, ha riguardato 34 alloggi, nei quali sono compresi gli 8 citati. La cifra complessiva che la Regione ha stanziato anche per il 2021 nell’ambito del ‘Programma straordinario 2020-2022 per il recupero e assegnazione di alloggi di Edilizia residenziale pubblica’, prevede appunto interventi di manutenzione, ristrutturazione e messa a norma energetica su ulteriori 10 alloggi popolari al momento disabitati, per renderli nuovamente disponibili e assegnarli rapidamente a nuovi nuclei familiari. Con queste risorse rafforziamo ulteriormente il nostro impegno su questo fronte cercando di fornire risposte concrete, e laddove possibile immediate, alla crescente emergenza abitativa presente sul nostro territorio”.

Tra il 2020 e il nuovo anno sono stati pubblicati in totale 12 bandi (8 nel 2020 e 4 nel 2021) per immobili e poderi e 4 (3 nel 2020 e 1 quest’anno) in relazione agli alloggi di edilizia residenziale pubblica (Erp). Il patrimonio comunale di Edilizia residenziale pubblica ha una vetustà che risale dai primi anni ’30 del secolo scorso fino agli anni ’50 (24%) con una concentrazione di alloggi realizzati dagli inizi anni ‘50 alla fine degli anni ’90 (56%). Sono pochi invece gli alloggi costruiti negli ultimi vent’anni per effetto di minori risorse pubbliche stanziate dallo Stato per tale finalità (20%). Nel piano di alienazioni e valorizzazione del patrimonio immobiliare avviato dall’Amministrazione comunale nel 2020 sono stati inseriti 13 alloggi, di cui 9 venduti con un incasso complessivo di 1.176.931,86 euro destinato agli interventi di manutenzione e di efficientamento energetico degli appartamenti esistenti (oltre 20), che saranno immessi nuovamente nel circuito Erp e assegnati a nuovi nuclei familiari, e – appunto – alla costruzione dei nuovi alloggi a Calisese (già in corso).