Domenica 28 novembre il Trio Hegel al Teatro Fondazione Collegio San Carlo

6
Trio Hegel

MODENA – Il prossimo appuntamento del cartellone MusicaCantoParola è fissato per domenica 28 novembre, alle ore 17.30  presso il Teatro Fondazione Collegio San Carlo, dove troveremo ospiti i giovani componenti del Trio Hegel: David Scaroni, Davide Bravo e Andrea Marcolini.  Il programma prevede l’esecuzione di un’unica grandissima opera, tra le maggiori del repertorio cosiddetto classico: le Variazioni Goldberg BWV 988 di Johann Sebastian Bach.

Composta nel 1741 come quarta e ultima parte della raccolta Clavier-Übung, cioè Esercìzio per Tastiera, l’Arìa con diverse variazioni per clavicembalo con due tastiere che più tardi ebbe il titolo, apocrifo, di Variazioni Goldberg, è annoverata tra i monumenti della musica occidentale, per la sua inarrivabile espressività e per l’intrinseca qualità logico-speculativa che ne governa la costruzione e lo sviluppo.  Il trio Hegel, per la prima volta ospite a Modena, presenterà il capolavoro bachiano nella versione per trio d’archi del violinista e direttore azero  Dmitry Sitkovetsky; questa versione, dedicata alla memoria del grande pianista Glenn Gould, è stata  pubblicata nel 1985 in occasione del 300° anniversario della nascita di Johann Sebastian Bach.

Ingresso: 12 euro
Ridotto minori di 26 anni: 3 euro
prevendita online su liveticket.it
prenotazione nominativa obbligatoria (escluse le prevendite) a segreteriagmimo@gmail.com
biglietteria a partire da un’ora prima del concerto
accesso tramite greenpass
all’ingresso sarà effettuata la misurazione della temperatura

segue biografia

Il Trio Hegel si è costituito nel 2012 e in breve tempo ha ottenuto riconoscimenti in numerosi concorsi come il 1° Premio Assoluto al 20° Concorso Nazionale di Musica da Camera “G. Rospigliosi” di Lamporecchio (PT), il 1° Premio al 26° European Music Competition “Città di Moncalieri” (TO), il 2° Premio al 13° Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino (LI), il 2° Premio -1° Premio non assegnato- al 10° Concorso Internazionale “L. Zanuccoli” di Sogliano al Rubicone (FC), il 3° Premio -1° e 2° Premio non assegnati- al 12° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Magliano Sabina” (RI), 3° Premio al 14° Concorso Internazionale “Città di Padova” (PD) e Diplomi d’Onore al Torneo Internazionale di Musica (TIM – XVII Edizione), al 21° Premio Internazionale “G. Zinetti” di Sanguinetto (VR) e al 20° Concorso Internazionale di Musica da Camera “L. Nono” di Torino. Il Trio Hegel si è esibito in importanti occasioni e in luoghi suggestivi come al Ridotto del Teatro per la Fondazione Teatro Grande, a Gorizia per l’Associazione Chamber Music Trieste, a Milano presso l’Auditorium Gaber del Grattacielo Pirelli per la Società dei Concerti e a “Casa Verdi” per la Società del Quartetto, a Mantova per il Mantova Chamber Music Festival, ai “Concerti al Santuario” di S. Teresa di Riva (ME) per l’Associazione Amici della Musica, a Padova per l’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti, per l’Associazione MoMus e per l’International Music Meeting 2016, a Cremona nel Cortile Federico II, a Ravenna presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri per l’Associazione Mariani, a Venezia a Palazzo Albrizzi per l’Associazione Dino Ciani, ad Arezzo per Terre d’Arezzo Music Festival, a Montepulciano per la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte per il 46° Festival. Per quanto concerne le esibizioni oltre confine il Trio Hegel si è più volte esibito in Svizzera, nei primi mesi del 2020 ha effettuato la sua prima tournée in Finlandia ottenendo lodevoli apprezzamenti e nel 2021 sarà protagonista, nell’anno del decimo anniversario dalla costituzione, in un’importante Tournée in Cina. La collaborazione col compositore Mauro Montalbetti ha portato il Trio Hegel all’esecuzione in prima assoluta del brano, edito da Rai-Trade, “Sei Bagatelle per Trio d’archi” e della composizione “E voi empi sospiri – Madrigale per Trio d’archi”, a loro dedicata, esibendosi inoltre in diretta per Bergamo TV riscuotendo vivi apprezzamenti di pubblico e critica. La crescita artistica del Trio Hegel è legata ai nomi del Quartetto di Cremona (Accademia Stauffer di Cremona) e di Antonello Farulli (Accademia Internazionale di Imola “Incontri col Maestro”); inoltre fondamentali sono stati gli incontri con Luca Simoncini (Nuovo Quartetto Italiano), Jürgen Kussmaul (L’Archibudelli), Andrea Repetto (Quartetto di Torino), Christophe Giovaninetti (Quartetto Ysaÿe), Danilo Rossi (Trio d’archi della Scala) e i Direttori d’orchestra Umberto Benedetti Michelangeli e Riccardo Muti. Il Trio Hegel è stato selezionato per il progetto ‘Le Dimore del Quartetto’ e vanta all’attivo collaborazioni con il pianista Piero Barbareschi, il flautista Tommaso Benciolini e gli elementi del Nuovo Quartetto Italiano. Su richiesta del compositore Carlo Boccadoro il Trio Hegel ha avuto l’onore di eseguire il suo trio d’archi in diverse occasioni. Il Trio Hegel ha inciso per l’etichetta Tactus un CD, in prima registrazione mondiale, contenente musiche dei compositori toscani Luigi Cherubini e Giuseppe Cambini, un disco monografico del compositore Mauro Montalbetti per l’etichetta A simple Lunch, l’integrale delle musiche per trio d’archi di Jean Sibelius e Max Reger per l’etichetta giapponese Da Vinci Classics. Sempre per quest’ultima etichetta discografica è da poco uscito un nuovo CD contenente i concerti per pianoforte K413 e K415 di Wolfgang Amadeus Monzart nella versione per pianoforte e quartetto d’archi dello stesso compositore con Piero Barbareschi al pianoforte. Nei prossimi mesi uscirà un nuovo titolo discografico per in formazione di quartetto con pianoforte. Li revisioni del Trio Hegel della ‘Suite in La Maggiore per trio d’archi’ di Jean Sibelius e dei Trii per archi di Luigi Cherubini sono state pubblicate per la Da Vinci Publishing.

Domenica 28 novembre alle ore 17.30 al Teatro Fondazione Collegio San Carlo
Trio Hegel
David Scaroni violino | Davide Bravo viola | Andrea Marcolini violoncello 

J.S. Bach – Variazioni Goldberg BWV 988 

Il trio Hegel, giovane realtà cameristica italiana ormai affermata che sta per tagliare il traguardo dei 10 anni di attività, ha tenuto concerti in tutta Italia e ha già all’attivo tre progetti discografici che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo.