Disorientale di Négar Djavadi oggi alle 18.00 su RadioEmiliaRomagna e Uniradio

18

BOLOGNA – Venerdì 26 marzo alle ore 18.00 sui canali di UniradioRadioEmiliaRomagna sarà on line il terzo podcast del ciclo Ricordo al futuro: voci dal mondo: Maria Vittoria Scarlattei (Compagnia permanente di ERT Fondazione) legge un estratto da Disorientale dell’autrice iraniana Négar Djavadi.

Négar Djavadi è nata in Iran nel 1969 da una famiglia di intellettuali che sono stati protagonisti coraggiosi prima dell’opposizione iraniana allo Shah e poi all’ayatollah Khomeini. A undici anni è arrivata clandestinamente in Francia, attraversando a cavallo le montagne del Kurdistan con la madre e la sorella. Laureatasi all’Insas, una scuola di cinematografia di Bruxelles, ha lavorato per molti anni dietro la macchina da presa prima di dedicarsi alla scrittura di sceneggiature. Vive a Parigi.

Disorientale, il suo romanzo d’esordio (edito in Italia da e/o), molto autobiografico, ha vinto vari premi.

«L’idea del libro», ha dichiarato in un’intervista, «è nata dalla voglia di raccontare una saga familiare con personaggi il cui destino è stato deviato dalla storia».

Disorientale parla del rapporto tra generazioni e di cosa voglia dire essere straniero in una città.

Un affresco fiammeggiante sulla memoria e l’identità, sull’Iran di ieri e l’Europa di oggi.

Nella sala d’attesa di una clinica, una donna racconta la sua storia, fatta di ricordi e leggende familiari, divisa tra due mondi: la Francia e l’Iran.

In esilio a Parigi dall’età di dieci anni, Kimiâ, nata a Teheran, ha sempre cercato di tenere a distanza il suo paese, la sua cultura, la sua famiglia. Ma i jinn, i genii usciti dalla lampada (in questo caso il passato), la riacciuffano per far sfilare una strabiliante serie d’immagini di tre generazioni della sua storia familiare: le tribolazioni degli antenati, un decennio di rivoluzione politica, il passaggio burrascoso dell’adolescenza, la frenesia del rock, il sorriso di una bassista bionda…

Ricordo al futuro: voci dal mondo

Un percorso di ERT Fondazione, RadioEmiliaRomagna e Uniradio Cesena

nell’ambito del progetto di teatro partecipato Ricordo al futuro

regia e selezione dei testi a cura di Silvia Rigon

testi di Richard C. Morais, Paul Smaïl, Négar Djavadi, Mohsin Hamid, Daisy Johnson

con Diana Manea, Massimo Vazzana, Maria Vittoria Scarlattei, Daniele Cavone Felicioni

(Compagnia permanente di ERT Fondazione)

per Uniradio Cesena: Eugenio, Maria e Matteo

registrazioni: Giovanni Belvisi

produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

durata singole puntate: 30’

TERZA PUNTATA – 26 marzo 2021 ore 18.00

Disorientale di Négar Djavadi

legge Maria Vittoria Scarlattei

I prossimi appuntamenti:

QUARTA PUNTATA – 2 aprile 2021 ore 18.00

Exit West di Mohsin Hamid

legge Daniele Cavone Felicioni

QUINTA PUNTATA – 7 aprile 2021 ore 18.00

Nel profondo di Daisy Johnson

legge Diana Manea

I contenuti saranno disponibili anche sulla pagina del sito di ERT dedicato alle produzioni digitali: ERTonAIR.

Compagnia permanente di ERT Fondazione

Emilia Romagna Teatro Fondazione in oltre 40 anni di attività ha dato vita a progetti teatrali di ampio respiro, dai molteplici profili, con l’obiettivo di coinvolgere profondamente i territori in cui risiede. In particolare, dal 2012, pensandosi come “teatro senza mura”, “teatro aperto” che si rivolge alle comunità in cui opera, la Fondazione ha creato diverse iniziative di teatro partecipato, che – grazie all’azione di una base stabile di attori – hanno permesso ai cittadini di essere protagonisti attivi di percorsi artistici e culturali. Fra queste: Il Ratto d’Europa. Per un’archeologia dei saperi comunitari (2011-2014), Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915) (2015-2017), Un bel dì saremo – L’azienda è di tutti e serve a tutti (2018-2019).

Per valorizzare ulteriormente questa vocazione pubblica, a partire dalla stagione 2019/2020, ERT Fondazione si è dotata di una compagnia permanente, dando avvio a una operazione innovativa per il panorama italiano: un gruppo di attori diventa parte organica e attiva della vita di un Teatro Nazionale, non solo sul piano più specificamente artistico, ma anche su quello della didattica (in seno alla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro) nonché della promozione continua del dialogo vivo con i cittadini spettatori: dai progetti di teatro partecipato alle letture pubbliche, passando per i classroom plays e per le visite spettacolo nei teatri di ERT. Compongono la Compagnia permanente di ERT: Simone Baroni, Daniele Cavone Felicioni, Michele Dell’Utri, Michele Di Giacomo, Simone Francia, Michele Lisi, Diana Manea, Paolo Minnielli, Elena Natucci, Silvia Rigon (regista assistente), Maria Vittoria Scarlattei, Cristiana Tramparulo, Jacopo Trebbi, Giulia Trivero, Massimo Vazzana.

Foto: Maria Vittoria Scarlattei