Dena DeRose & ERJ Orchestra domani sera in concerto a Bologna

Bologna Jazz Festival tra didattica per i giovani e impegno per il sociale

BOLOGNA – Mercoledì 30 ottobre sarà una serata di musica, didattica e solidarietà per il Bologna Jazz Festival, con l’esibizione della cantante e pianista Dena DeRose assieme alla ERJ Orchestra al Teatro Antoniano (ore 21). In apertura di serata si ascolterà un breve set della Junior Jazz Band diretta da Cristiano Arcelli.

Con il concerto all’Antoniano, e poi quello del duo con Flavio Boltro e Stefano Senni che si terrà il 25 novembre presso le Cucine Popolari, il BJF entra nei centri di aggregazione dei senza fissa dimora e delle persone con necessità primarie di Bologna. Organizzati grazie al sostegno dell’Assessorato al Welfare della Regione Emilia-Romagna, questi concerti coinvolgeranno le persone che utilizzano le due strutture bolognesi come supporto per le proprie necessità. In entrambi i casi ai frequentatori abituali delle mense verranno riservati metà dei posti disponibili, mentre i restanti saranno attribuiti a offerta libera, che sarà poi devoluta alle strutture ospitanti.

La serata all’Antoniano sarà inoltre uno dei momenti salienti della settima edizione del progetto didattico “Massimo Mutti”, dedicato al ricordo di chi rilanciò il festival jazz bolognese e realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in collaborazione con il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, il Liceo Musicale “L. Dalla” e l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Il progetto didattico ha avviato quest’anno una nuova sezione, coinvolgendo la big band giovanile ERJ Orchestra in una residenza funzionale alla realizzazione del concerto che si terrà all’Antoniano. Nel progetto, coordinato da Piero Odorici e Roberto Rossi (rispettivamente direttore artistico e direttore musicale dell’orchestra), sono stati coinvolti musicisti di età compresa fra 14 e 35 anni, con l’obiettivo di costituire una big band stabile. Vanto dell’iniziativa è la presenza della musicista statunitense Dena DeRose (direttrice del dipartimento di canto jazz del Conservatorio di Graz) in qualità di tutor del workshop e ospite dell’orchestra.

Dena DeRose (nata nel 1966 nello stato di New York) è una pianista e cantante tra le più ammirate della scena del jazz di oggi. In situazioni sempre diverse, dal solo al duo e il trio, Dena mette in luce le sue enormi potenzialità pianistiche (uno stile attuale e leggibile, memore della lezione di grandi quali Hank Jones, Kenny Barron, Red Garland e Tommy Flanagan) e una elasticità vocale senza pari.

Abituati come siamo a sentirla in piccoli format cameristici, sarà certamente sorprendente vederla invece in un contesto orchestrale, alle prese con un repertorio particolarmente congeniale per lei, quello di Shirley Horn.

Alle sue spalle ci sarà la ERJ Orchestra, big band formata da noti jazzisti professionisti dell’Emilia-Romagna e da alcuni dei migliori giovani talenti e studenti della regione. La direzione dell’orchestra è affidata al trombonista e arrangiatore Roberto Rossi e al sassofonista Piero Odorici.

Roberto Rossi ha fatto parte di varie orchestre sinfoniche (Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra della RAI, Orchestra del Rossini Opera Festival, Orchestra Regionale Toscana) e vanta una notevole attività jazzistica. Piero Odorici è un punto di contatto privilegiato tra il jazz italiano e quello statunitense: ha collaborato con musicisti di fama come Cedar Walton, George Cables, Eumir Deodato, Diane Schuur, Curtis Fuller, Slide Hampton, Eddie Henderson, Ben Riley, Jimmy Cobb, Dee Dee Bridgewater, Jack McDuff, Mingus Big Band…

Il progetto didattico ha sostenuto anche la produzione del concerto della Junior Jazz Band, formata dai giovanissimi musicisti della Scuola di musica “G. Bononcini” di Vignola. Tutti gli arrangiamenti sono stati scritti appositamente per questo organico dal direttore Cristiano Arcelli e il repertorio spazia dallo swing al funky, al blues, alla bossa nova.

Grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in occasione del concerto all’Antoniano verrà consegnato il Premio “Massimo Mutti”, consistente in una borsa di studio che consentirà agli studenti selezionati di partecipare ai corsi internazionali di perfezionamento estivi 2020 realizzati dalla Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz.

Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Bologna Città della Musica UNESCO, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, TPER, Città Metropolitana di Bologna e del main partner Gruppo Hera.

Teatro Antoniano: via Guido Guinizzelli 3, Bologna

25 ottobre – 26 novembre 2019
Bologna, Ferrara, Modena, Forlì

Concerto di mercoledì 30 ottobre

Bologna, Teatro Antoniano, ore 21
Premio “Massimo Mutti”
Dena DeRose & the ERJ Orchestra
“Tribute to Shirley Horn”
Dena DeRose, pianoforte, voce, arrangiamenti;
Roberto Rossi, direzione e trombone;
Davide Ghidoni, Diego Frabetti, Simone Coppellini, trombe;
Giancarlo Giannini, Federico Tassani, Roberto Solimando, tromboni;
Piero Odorici, Barend Middelhoff, Canio Coscia, Matteo Sabattini, Michele Vignali, sassofoni;
Marco Bovi, chitarra; Stefano Senni, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

Opening Act: Junior Jazz Band
Cristiano Arcelli, direzione
Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
e di Regione Emilia-Romagna Assessorato al Welfare.
Ingresso fino a esaurimento posti. Offerta libera interamente devoluta a sostegno di Antoniano Onlus

Informazioni:
Associazione Bologna in Musica
tel.: 334 7560434
e-mail: info@bolognajazzfestival.com
www.bolognajazzfestival.com

Presidente: Federico Mutti
Direttore artistico: Francesco Bettini

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini