‘Dante e la funzione della memoria’ secondo Gianni Venturi

5

Venerdì 15 ottobre 2021 alle 17 conferenza in sala Agnelli e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web

FERRARA – Avrà come tema il racconto metaforico del Paradiso la conferenza di Gianni Venturi, dal titolo ‘Narrare l’indicibile. Vedere l’invisibile. Dante e la funzione della memoria’ che venerdì 15 ottobre 2021 alle 17 potrà essere seguita nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) o in diretta video sul canale youtube Archibiblio web (per accedere clicca al link: https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=A%3d0e6bEd%26l%3dY%26w%3dV1dIW%26o%3daEX%26u%3dF3OpQ_1vSx_B6_rybu_2D_1vSx_AAwU6.ToS3PbC.lJm_PZxP_Zo8h9wIeJ_1vSx_AAUk0_6hHMlRrBrgoCZPV2d9j6a0jp%269%3dmS2QcZ.w0t%26G2%3dV4eIW&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt). L’incontro, a cura dell’Istituto Gramsci e dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, sarà condotto da Marcello Folletti.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
Il poeta affida il precetto della ineffabilità della visione paradisiaca alla possibilità della sua figurazione attraverso la parola poetica. Il “sacrato poema” è tale proprio perché, attraverso una memoria metaforica affidata alla poesia, potrà rivelare “barlumi” di ciò che San Paolo, ma anche Dionigi l’Areopagita o Tommaso d’Aquino, ritengono impossibile. Come sostiene Marco Ariani, massimo studioso del tema, per costoro “l’ineffabile coincide con l’infigurabile”. In tal modo il supremo paradosso della ricerca dantesca è quello affidato a una memoria che per salti, barlumi, silenzi, si erge a raccontare l’indicibile e quindi a vederlo. Le ombre paradisiache diventano pitture e possono figurare il Paradiso. Come conclude il critico, figurare il Paradiso significa prendere atto della impotenza dell’impresa che tuttavia va affrontata attraverso un racconto metaforico che, mentre prende atto dell’impotenza della parola poetica, si rinsalda proprio nella denuncia di questa impossibilità che la memoria affida allo strumento umbratile della poesia.

 In questa fase, per l’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (con capienza ridotta a 36 posti) è richiesto il rispetto di alcune prescrizioni previste dai protocolli anti Covid. In particolare, sarà necessario: esibire il Green Pass, indossare la mascherina, sanificare le mani all’ingresso e sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea tramite ter­mo scanner.

Per assistere alle dirette o rivederle in differita sarà sufficiente collegarsi al canale YouTube del Servizio Biblioteche https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it