Dal 24 al 26 maggio weekend nel segno della chitarra a Parma, con il Paganini Guitar Festival

34

PARMA – Weekend nel segno della chitarra a Parma, con il Paganini Guitar Festival (inaugurato giovedì 23 maggio) che tra venerdì 24 e domenica 26 maggio 2024 propone un calendario fitto di concerti ed eventi musicali in attesa del “Paganini Day” di lunedì.

Giunto alla 24^ edizione, intitolata “Di tanti palpiti. Omaggio all’Italia”, il festival internazionale è dedicato a Niccolò Paganini: leggendario violinista, ma anche amante della chitarra, sepolto a Parma. Viene realizzato dalla Società dei Concerti di Parma, presieduta da Davide Battistini, con la direzione artistica di Giampaolo Bandini e in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma-Casa della Musica.

I CONCERTI DEL FINE SETTIMANA

Grandi nomi delle sei corde si danno appuntamento a Parma questo fine settimana. Venerdì 24 maggio ore 20, nella Sala Concerti della Casa della Musica, saranno di scena Tilman Hoppstock (musiche di Paganini, Froberger, Sanz, Tarrega e Brouwer) e, nella seconda parte, il Duo Melis (musiche di Scarlatti, De Falla, De l’Hoyer, Bogdanovic). Alle 22.30 alla Casa del Suono riprendono i “Concerti sensoriali” in collaborazione con l’Associazione dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma. Il primo “Concerto sin luz” è con Giacomo Susani, chitarrista e compositore in residenza del festival (musiche di Frescobaldi, Ravel, Susani).

Sabato 25 maggio ore 20 alla Casa della Musica il concerto con la chitarra romantica di Petra Polackova (musiche di Da Milano, Dowland, De Narvaez, Schubert) e, nella seconda parte, con Gabriel Bianco (musiche di Giuliani e Ponce). Alle 22.30 alla Casa del Suono, “Concierto sin luz” con il Duo Renda-Trucco, vincitore del Concorso Paganini 2022 (musiche di Gaslini, Company, Corghi, Taccani, Rossini).

Domenica 26 maggio alle 15.30 nella Chiesa di San Francesco del Prato, il concerto della “Paganini Youth Orchestra” con cento studenti provenienti da Scuole Medie, Licei Musicali e Conservatori di tutta Italia, diretta da Vito Nicola Paradiso, con due giovanissimi solisti: alla chitarra Nicolò Bertano e il 13enne violinista Giuseppe Meli (musiche di Verdi, Paganini, Paradiso). Nel pomeriggio, alle ore 17.30 al Teatro Regio il concerto della virtuosa paraguaiana Berta Rojas con musiche di Barrios Mangoré, considerato il Paganini della chitarra, che conclude la “Stagione Concertistica del Teatro Regio” realizzata dalla Società dei Concerti di Parma.

GLI ALTRI EVENTI

Venerdì 24 maggio alle ore 16.30 prende il via il format Capricci di parole-Salotto Paganini, ciclo di incontri condotto da Marco Surace in collaborazione con Quinte Parallele. Ospite dell’incontro Diana Castelnuovo-Tedesco, nipote del compositore Mario Castelnuovo-Tedesco cui è stato reso omaggio nel concerto inaugurale. Alla Casa della Musica, alle ore 15, viene inaugurata la Mostra di liuteria moderna che coinvolge importanti liutai da tutta Europa e resta visitabile sino a domenica. Alle 17.30 con il chitarrista Ysé Dastugue inizia la serie Chitarre in concerto che consentirà al pubblico di ascoltare le chitarre esposte nelle mostre, suonate da grandi talenti. Alle 19 l’incontro Capricci di parole-Salotto Paganini con il liutaio Walter Verreydt. Venerdì proseguono le selezioni del Concorso internazionale, sezione solisti, e iniziano quelle del Concorso giovani. Nel frattempo, cominciano le masterclass con Berta Rojas, Adriano Del Sal, Gabriel Bianco, Petra Polackova, Susana Prieto, Alexis Mouzourakis, Tilman Hoppstock. Alla Casa del Suono, alle ore 18.30 viene inaugurata la Mostra di liuteria storica Chitarre che cantano. La liuteria italiana al tempo di Paganini curata da Gabriele Lodi, che resta aperta fino a lunedì. Ci sarà anche una Passeggiata tra le corde, nella quale gli interpreti del festival, a cominciare da Marco Ramelli, proveranno davanti al pubblico le chitarre esposte.

Sabato 25 maggio alla Casa del Suono parte la serie Suono Giovane: alcuni tra i migliori studenti dei Conservatori eseguiranno brani di musica italiana presso la Mostra di liuteria storica.  In programma: alle ore 10.30 il Conservatorio “Vecchi” di Modena (docente: Andrea Dieci), alle ore 15 il Conservatorio “Paganini” di Genova (docenti: Fabrizio Giudice ed Elio Rimondi), alle ore 17 il Conservatorio “Boccherini” di Lucca (docenti: Giampaolo Bandini e Dario Vannini). Alle 19, la seconda delle Passeggiate tra le corde alla Casa del Suono, con la chitarrista Enrica Savigni.

Nel frattempo, alla Casa della Musica, ospite di Capricci di parole-Salotto Paganini alle 10.30 sarà la chitarrista Berta Rojas. Nel pomeriggio prosegue la serie Chitarre in concerto, con Luca Micheletto (ore 12) e Alessandro Dominguez (ore 16). Alle 17.30 c’è l’Altamira’s Corner: le chitarre Altamira protagoniste con il virtuoso australiano Ken Murray. Sabato proseguono le fasi del Concorso internazionale, con le selezioni per la musica da camera, e del Concorso giovani, con la premiazione delle categorie solistiche alle ore 19 al Circolo di lettura e conversazione.

Domenica 26 maggio mattina alla Casa della Musica prove finali pubbliche e premiazione dei vincitori del Concorso internazionale, mentre al Circolo di lettura e conversazione si conclude anche il Concorso giovani con le ultime selezioni e la premiazione delle categorie musica d’insieme solistiche per scuole medie. Due gli incontri Capricci di parole-Salotto Paganini: alle 11.45 con Niccolò Paganini, musicologo e discendente della famiglia Paganini, alle 15 con il compositore in residenza Giacomo Susani. Alle 12 Chitarre in concerto con Emanuele Pauletta. Alle 13, premiazione musica d’insieme e solisti per scuole medie del Concorso giovani. Alle 14.30, Passeggiate tra le corde alla Casa del Suono, con la chitarrista Petra Polackova. Alla Casa del Suono, Suono Giovane con i migliori studenti: alle ore 10.30 Conservatorio “Boito” di Parma (docente: Giuseppe Pepicelli), alle 12 Conservatorio “Steffani” di Castelfranco Veneto (docente: Alberto Mesirca), alle 16 Politecnico delle Arti di Bergamo (docente: Giulio Tampalini).

Il Paganini Guitar Festival è realizzato con il contributo di: Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Parma-Casa della Musica.

Main partner: D’Addario Foundation, Sinapsi Group, Fondazione Cariparma, Fondazione Monteparma, Altamira Guitars, Ct Transport, Oceania Capital.

Partner: Amici Paganini di Genova, Rotary Club Parma, Ut Orpheus, Aquila Corde, Dot Guitar, ADE spa, Edizioni Curci, Edizioni Sinfonica, Leona Cases, Chiesa di San Rocco, Teatro Regio di Parma, Conservatorio Arrigo Boito, Complesso Monumentale della Pilotta, Associazione dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma, Quinte Parallele.

Per informazioni dettagliate e aggiornamenti:  https://www.paganinifestival.com/    https://www.facebook.com/festivalpaganini