Dal 1° febbraio nella Bassa Romagna distribuzione dei kit per il nuovo porta a porta integrale

14

RIOLO TERME (RA) – Proseguono le attività di Hera per migliorare la raccolta differenziata e promuovere una gestione responsabile dei rifiuti nella Bassa Romagna.

Partirà da lunedì 1 febbraio la consegna dei kit per il nuovo servizio di raccolta rifiuti per i cittadini delle zone del forese e artigianali/industriali dei Comuni di Alfonsine, Bagnacavallo (solo zona artigianale/industriale), Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda (solo zona forese) e S. Agata sul Santerno.

In totale saranno coinvolte circa 5500 utenze fra domestiche e non domestiche, attualmente servite dalla raccolta stradale, per le quali in primavera partirà il nuovo servizio di raccolta porta a porta integrale, che riguarderà tutti i tipi di rifiuti; organico, carta/cartone, plastica, lattine, vetro e indifferenziato.

Come avviene la consegna dei kit a domicilio
La consegna dei kit per il porta a porta viene effettuata dal personale incaricato da Hera, identificabile da apposito tesserino di riconoscimento. Il kit, che andrà conservato fino all’avvio dei servizi, è composto dai contenitori per tutte le tipologie di rifiuti, che hanno dimensioni standard per tutta la Provincia di Ravenna, mentre alle attività saranno consegnati i contenitori definiti in base alla tipologia di utenza e alle verifiche effettuate. I calendari saranno consegnati successivamente, prima della partenza del nuovo servizio.

Gli operatori saranno dotati di un tesserino nominativo e non chiederanno mai né di entrare in casa né denaro. Per essere certi che si tratti di un incaricato Hera è possibile chiamare il Servizio Clienti Hera al numero verde gratuito 800.862.328 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18).

I cittadini titolari del contratto Tari, non reperibili presso il domicilio troveranno in buchetta un coupon che contiene la stessa delega allegata alla lettera (alleghiamo anche pdf lettera da scaricare), con la quale l’intestatario Tari o suo delegato dovrà ritirare il kit di raccolta in Stazione Ecologica.

Obiettivi del nuovo sistema di raccolta
L’obiettivo della riorganizzazione è aumentare la raccolta differenziata, per recuperare quantità sempre maggiori di materiali riciclabili, come organico, plastica, vetro, carta, che restano risorse preziose per l’ambiente: l’obiettivo da raggiungere è il 79%, come previsto dal Piano Regionale dei Rifiuti. Attualmente, le percentuali di raccolta differenziata dei Comuni sono attorno al: 64% ad Alfonsine, 66% Bagnacavallo, 55% a Bagnara di Romagna, 64% a Conselice, 62% a Cotignola, 67% a Fusignano, 63% a Lugo, 71% a Massa Lombarda e 62% Sant’Agata Sul Santerno.

Differenziare correttamente i rifiuti non è semplicemente un obbligo di legge, ma rientra in quei comportamenti sostenibili che, se effettuati da tutti i cittadini, contribuiscono notevolmente alla qualità della vita delle nostre città, alla tutela della bellezza delle nostre campagne e alla valorizzazione del nostro territorio.

Contenitori dedicati per i casi particolari
Sarà possibile richiedere contenitori dedicati per famiglie numerose, o in caso di esigenze particolari certificate, come ad esempio la presenza di persone che utilizzano prodotti sanitari assorbenti, con le seguenti modalità:

Inviando una mail, a seconda del Comune di residenza, a:
differenziataalfonsine2021@gruppohera.it   differenziatabagnara2021@gruppohera.it differenziataconselice2021@gruppohera.it   differenziatacotignola2021@gruppohera.it differenziatafusignano2021@gruppohera.it   differenziatalugo2021@gruppohera.it
differenziatabagnacavallo2021@gruppohera.it differenziatasantagata2021@gruppohera.it
differenziatamassalombarda2021@gruppohera.it

chiamando il numero verde gratuito 800 862 328 del Servizio Clienti del Gruppo Hera (attivo dal lunedì al venerdì 8-22, sabato 8-18);

recandosi alla stazione ecologica.

Le stazioni ecologiche
Le stazioni ecologiche (o centri di raccolta) gestite da Hera nella provincia ravennate sono intercomunali e i titolari di contratto Tari dei relativi comuni possono utilizzarle tutte indifferentemente: si può andare alla stazione ecologica che, volta per volta, risulta maggiormente “di strada”.

Sono la soluzione ambientale più sostenibile e di minore impatto per la raccolta di molte tipologie diverse di rifiuti urbani e assimilabili, perché qui i rifiuti vengono recuperati, riciclati o smaltiti in modo controllato.

Per i cittadini che consegnano i rifiuti alla stazione ecologica, correttamente separati, sono previsti incentivi secondo quanto indicato dal Regolamento Ambientale Comunale e di seguito riportato:

  • 4 €/conferimento (indipendentemente dal numero di pezzi) con al massimo 3 conferimenti scontabili/anno per apparecchiature elettriche ed elettroniche di grandi dimensioni – Raee, ingombranti di origine domestica;
  • 0.15 €/Kg per carta/cartone, lattine, oli alimentari (da cucina), oli minerali (da motore), plastica, vetro, batterie auto.

Presso i centri di raccolta è possibile richiedere la compostiera, che consente di ridurre i rifiuti prodotti trasformando il rifiuto organico in terriccio, che si può quindi riutilizzare a Km0 per migliorare la fertilità del terreno. La compostiera è ritirabile gratuitamente se utilizzata in alternativa alla raccolta dell’organico; tale opzione dà diritto ad uno sconto di 5 euro/anno per ogni componente del nucleo familiare, mentre per l’utilizzo della concimaia lo sconto è di 10 euro/anno.