Cultura. Dai grandi maestri ai giovani talenti: tornano a Bologna i concerti live di Musica Insieme

6

L’assessore Felicori: “Una proposta musicale di alta qualità, con un’attenzione veramente speciale per il pubblico e le nuove tecnologie”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Dai grandi maestri ai giovani talenti, dalla musica per le scuole all’incontro con gli artisti on line, fino al trasporto pubblico gratuito per gli abbonati. Torna a Bologna la Stagione cameristica di Musica Insieme. La rassegna, alla 35a edizione, prenderà il via il 25 ottobre all’Auditorium Manzoni di Bologna, per I Concerti 2021/2022, con Les Paladins e Sandrine Piau.

È previsto l’ascolto di grandi maestri come Vadim Repin, Viktoria Mullova, Grigory Sokolov, Katia e Marielle Labèque, Yefim Bronfman, Avi Avital, insieme a talenti straordinari al loro debutto a Bologna come Sergey e Lusine Khachatryan, il duo di Lucas e Arthur Jussen e il Signum Saxophone Quartet, ma anche tanti altri.

Siamo di fronte alla presentazione di un programma che è già segno, dopo le prove di resistenza che avete praticato con successo, della rinascita della cultura. Eugenio Riccomini– commenta l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori-, sintetizzò felicemente cosa sia la cultura in un paese civile, descrivendola come qualcosa di cui possono fruire tutti, facilmente e in abbondanza, ‘come l’acqua che esce dal rubinetto di casa’. Questa è l’idea democratica di cultura che dalla sua nascita Musica Insieme ben rappresenta a Bologna, una proposta musicale di alta qualità, continua nel tempo, a prezzi onesti, con una attenzione veramente speciale per il pubblico, che viene rispettato, accudito, aiutato a capire sempre di più questa fantastica disciplina”.

“Musica Insieme- ha concluso l’assessore-, ha saputo utilizzare come pochi le nuove tecnologie per superare l’epidemia. Annoto con piacere che, ora che con gioia si torna in sala, l’associazione non dimentica la lezione e continua a pensare a come il digitale possa accompagnare lo spettacolo dal vivo. Un altro segno di quanto questa nostra realtà sia avanti, molto avanti. Auguro quindi buon lavoro e ogni successo”.

L’attività di Musica Insieme non si è mai fermata durante i mesi drammatici della pandemia e torna a offrire al pubblico l’esperienza della musica dal vivo oltre a voler  riprendere  le iniziative che la caratterizzano, come Musica per le Scuole, per gli istituti medi superiori e Invito alla Musica, il servizio pullman gratuito (che sino a febbraio 2020 portava a concerto circa 300 abbonati da trenta comuni della Città metropolitana e non solo). E ancora Che musica, ragazzi!, che in questi mesi ha trasferito online gli incontri con gli Artisti, permettendo a migliaia di studenti di partecipare, sia dalle classi che da casa. Importanti anche le introduzioni divulgative ai Concerti e l’articolato sistema di comunicazione che oltre al sito e ai social, si avvale dell’App “Musica Insieme”, scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play, e del magazine bimestrale, una rivista trentennale anche on line, seguita da appassionati e addetti ai lavori di tutt’Italia.

«L’immagine della nuova Stagione “I Concerti 2021/2022” parla da sé- afferma Alessandra Scardovi, presidente della Fondazione Musica Insieme-. Siamo pronti a spiccare il volo, oltre la gabbia della quarantena, oltre le restrizioni. Dall’esperienza degli ultimi 18 mesi siamo usciti inevitabilmente cambiati ma in questi mesi abbiamo anche maturato una nuova consapevolezza, quella che, come la musica è una al di là delle inutili barriere di genere, così è la cultura, un mondo meraviglioso fatto di persone appassionate di ciò che fanno, che nell’ultimo anno si sono strette in cerchio per aiutarsi, sostenersi, incoraggiarsi. E la nostra prossima sfida sarà proprio mettere a frutto le nuove competenze maturate in ambito tecnologico, che ci consentiranno di raggiungere quante più persone possibile con il dono della musica”.

Fra le tante sorprese in programma, che verranno svelate più avanti, è previsto un regalo speciale riservato agli abbonati e sostenitori per ripercorrere i momenti più intensi della Stagione 2021, che andranno “in onda” grazie alla collaborazione con l’emittente televisiva TRC Media. Si tratterà di una nuova pubblicazione, con contributi audio e video, contenuti speciali e gallerie di immagini, per ricordare I Concerti 2021, la bellezza dei luoghi, i momenti musicali.

L’iniziativa è sostenuta dal Comune di Bologna, dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero della Cultura, con cui sono attive convenzioni triennali, e dai numerosi sostenitori privati.