Convegno. Mobilità elettrica: quale futuro?

42

Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna e l’Ordine degli Ingegneri di Bologna promuovono la videoconferenza per fare il punto.  L’evento, aperto a tutti, si tiene on line in diretta il 22 ottobre

emilia-romagna-news-24BOLOGNA – Nel pomeriggio del 22 ottobre Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna e l’Ordine degli Ingegneri di Bologna tengono il Convegno “Mobilità Elettrica, Stato dell’Arte e Sviluppo Praticabile”. La conferenza, inizialmente pianificata in presenza presso la Biblioteca San Domenico di Bologna, si svolge on line in diretta a causa del rapido aggravarsi dell’emergenza sanitaria.

La scelta di confermare comunque l’appuntamento, spiegano gli organizzatori, è dettata dall’opportunità di non perdere un’occasione di dibattito su un tema che si inserisce in un più ampio scenario che vede tutti gli attori – stakeholders normatori, industriali, cittadini – impegnati a impostare al meglio un nuovo modello di società urbana: più sostenibile, resiliente e inclusiva.

L’evento era stato annunciato nel corso del Festival dello Sviluppo Sostenibile, la grande rassegna tematica promossa dall’ASviS, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile – www.asvis.it – in occasione delle discussioni sul futuro dello smart working e degli spostamenti casa, lavoro, scuola al Tavolo Territoriale SmartBo, rete costituita da 50 associazioni e aziende del territorio che hanno sposato l’obiettivo di rendere Bologna una città sostenibile.

“In qualità di aderenti al Tavolo Territoriale SmartBo e all’ASviS – spiega Roberto Pettinari, responsabile della Commissione Sostenibilità e Infrastrutture per Ambiente, Territorio, Energia di Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna – sulla scia del processo condiviso per costruire la mobilità di domani, vogliamo portare il nostro contributo con un focus sulla mobilità elettrica, protagonista nelle città del futuro”.

I temi trattati nel convegno, moderato, insieme a Roberto Pettinari, da Claudio Lantieri dell’Università di Bologna, rappresentano infatti un significativo contributo per una visione globale.

A inquadrare lo stato dell’arte, con l’intervento “Considerazioni sulla mobilità: la sostenibilità concretamente e gradualmente attuabile” è Massimo Kolletzek (Sistemi di trasporto e mobilità, già Direttore Operativo Aeroporto di Bologna), delle radici storico-tecnologiche parla Mauro Tedeschini, giornalista, con l’intervento “Evoluzione della Mobilità Elettrica dalle origini al Terzo Millennio, Mezzi e Tecnologie Utilizzate nel Tempo”. Le evoluzioni normative, in particolare “L’approccio all’elettrico su scala regionale e l’interoperabilità della rete. Progetti pilota e accordi per la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica” sono a cura di Alessandro Meggiato (Direttore Servizio Trasporto pubblico e Mobilità sostenibile Regione Emilia Romagna, Responsabile progetto «Mi Muovo Elettrico»). A Massimo Gamba (Consulente e Formatore specializzato in impianti fotovoltaici e infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici), il compito di raccontare le “Sfide Tecnologiche ed Infrastrutturali legate allo sviluppo della mobilità elettrica di oggi e di domani”. Infine, si parla di applicazioni concrete sul territorio con “Corrente: un caso reale ed avanzato di E-Mobility”, relatore Fabio Teti (Direttore Finanza, Controllo e Sviluppo Commerciale Tper, Responsabile progetto car sharing «Corrente»).

Per partecipare alla videoconferenza – sulla piattaforma Gotowebinar – è necessario iscriversi sul sito internet http://www.bologna.federmanager.it/events/mobilita-elettrica-stato-dellarte-e-sviluppo-praticabile/. Gli ingegneri interessati ai crediti formativi (CFP) aventi diritto, 3 quelli assegnati dall’evento, devono invece iscriversi sul sito https://formazione.ordingbo.it/ISFormazione-Bologna/. Info: sara.tirelli@federmanagerbo.it.

FEDERMANAGER BOLOGNA – FERRARA – RAVENNA, con all’attivo oltre 3200 iscritti, è la sede territoriale di FEDERMANAGER, organizzazione costituita nel 1945 che rappresenta e tutela 180.000 dirigenti in servizio e in pensione delle imprese produttrici di beni e di servizi. Gli associati sono dirigenti di piccole, medie e grandi imprese, operano in tutti i settori dell’industria privata ed a partecipazione statale, compresi gli enti pubblici economici, nonché nelle attività ausiliarie e complementari dell’industria. Federmanager è presente su tutto il territorio nazionale tramite 56 Associazioni le quali forniscono ai dirigenti assistenza di carattere contrattuale, previdenziale, legale, fiscale e realizzano iniziative di natura culturale, formativa e di networking. Contribuiscono, con varie finalità, alle attività di tutela e promozione della dirigenza, anche gli enti costituiti direttamente dalla Federazione e gli enti bilaterali costituiti con Confindustria, Confapi, Confservizi e FCA. Info: http://www.bologna.federmanager.it

ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA L’Ordine degli Ingegneri di Bologna ha l’obiettivo di offrire varietà e qualità di servizi e opportunità agli oltre 5000 iscritti, perseguendo il raggiungimento di obiettivi legati alla formazione e all’aggiornamento, attraverso una sinergia attiva e di piena collaborazione con il territorio, le istituzioni, enti pubblici e privati. Con i cambiamenti profondi in atto nella società contemporanea, l’Ordine cerca di accompagnare l’ingegnere verso il ruolo che presidia il trasferimento della tecnologia dalle Università e dai centri di ricerca verso la società civile. L’Ordine di Bologna è aperto al dialogo con tutti gli iscritti che invita a partecipare per concorrere insieme alla crescita innovativa della professione dell’ingegnere, figura chiave nello sviluppo infrastrutturale e non solo della società odierna.