Contrasto dell’abbandono dei rifiuti: altre sette telecamere di videsorveglianza

7
PARMA – Il Comune di Parma ha previsto, nel Piano Economico Finanziario del Servizio Rifiuti, l’acquisto di 7 telecamere e 3 fototrappole da dare in dotazione agli Agenti Accertatori di Iren per il contrasto del fenomeno degli abbandoni e l’elevazione delle relative sanzioni, che permetteranno di individuare i responsabili.
Nel mese di maggio sono state installata le prime due telecamere in via Malaspina, civ. 1 fronte via Cellini, e in via Corso Corsi di fronte civico 62, con funzione di test per la verifica dei sistemi e la taratura degli stessi.
Le telecamere di test, in questi tre mesi in cui sono state attivate, hanno ripreso: in via Malaspina civ.1, fronte Via Cellini, 33 utenti durante l’azione di abbandono rifiuti, il 90% è arrivato in automobile, i rimanenti in bicicletta o a piedi.
In via Corso Corsi, fronte civ.62, sono stati individuati ben 127 utenti durante l’azione di abbandono rifiuti, il 95% hanno abbandonare rifiuti non conformi.
Per contrastare la problematica, nel mese di luglio è stata messa in opera un’importante azione informativa che ha interessato 69 utenze della via, con consegna di materiale informativo e dotazioni per la differenziata. Tredici utenze risultavano prive di kit per la raccolta differenziata.
All’attività informativa seguirà quella sanzionatoria sui responsabili ove individuati.
Dalle immagini delle telecamere è emerso chiaramente che i problemi dei rifiuti abbandonati non sono dovuti a carenze del servizio ma a vere e proprie violazioni e comportamenti scorretti da parte di cittadini e utenti che, invece di utilizzare i numerosi servizi offerti per la raccolta (https://servizi.irenambiente.it/), preferiscono sporcare e danneggiare la propria città o la propria via, addirittura a pochi metri dalla loro porta di casa.