Consiglio comunale, gli ordini del giorno approvati

38

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato quattro ordini del giorno.

Il primo, che invita a rinnovare il Protocollo Insieme per il lavoro, è stato presentato dal consigliere Raffaele Persiano (Partito democratico) e firmato dai consiglieri Michele Campaniello, Roberto Fattori, Maria Caterina Manca, Simona Lembi, Loretta Bittini, Nicola De Filippo, Elena Leti (Partito Democratico), dai gruppi consiliari Città comune, Movimento 5 stelle, gruppo misto-Al centro Bologna e gruppo misto-Nessuno resti indietro e dal consigliere Federico Martelloni (Coalizione civica). L’ordine del giorno è stato approvato con 27 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro) e 6 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna).

Il Consiglio ha poi approvato all’unanimità un ordine del giorno per proporre l’intitolazione di un luogo pubblico all’oncologo Cesare Maltoni, presentato dalla consigliera Simona Lembi (Partito Democratico) e firmato dai gruppi consiliari Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, misto-Nessuno resti indietro, misto-Al centro Bologna e dalla consigliera Emily Clancy (Coalizione civica). Di seguito, il Consiglio ha approvato un ordine del giorno in solidarietà all’onorevole Giorgia Meloni per gli insulti sessisti ricevuti, presentato dalla consigliera Simona Lembi (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri Fattori, Campaniello, Mazzoni, Bittini, De Filippo, Santi, Montera, Manca, Zanetti, Persiano, Licciardello, Leti (Partito Democratico) e dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle. L’ordine del giorno è stato approvato con 29 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Lega nord, Coalizione civica, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna) e una astenuta (gruppo misto-Nessuno resti indietro). Infine, è stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno in solidarietà alla senatrice Liliana Segre per gli insulti e minacce ricevuti via social. L’ordine del giorno è stato presentato, come collegato al precedente, dal consigliere Francesco Sassone (Fratelli d’Italia) e firmato dai gruppi consiliari Fratelli d’Italia e Movimento 5 stelle.