Consiglio comunale, gli ordini del giorno approvati

18

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno.

Il primo esprime solidarietà al Presidente della Regione Campania e alle forze dell’ordine e condanna le violenze di piazza che si sono verificate a Napoli. Presentato a inizio seduta dalla consigliera Luisa Guidone (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri Fattori, Montera, Angiuli, Campaniello, Bittini, Di Girolamo, Colombo, Leti, Errani, Persiano, De Filippo, Mazzoni (Partito Democratico) e dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle, l’ordine del giorno è stato approvato con 24 voti favorevoli (Partito Democratico, Movimento 5 stelle, gruppo misto-Al centro Bologna), 3 astenuti (Città comune, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro) e 6 non votanti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna).

Il secondo ordine del giorno, presentato dal gruppo consiliare Coalizione civica, che ha accolto gli emendamenti presentati in aula dal consigliere Roberto Fattori (Partito Democratico), sollecita un rinvio urgente della decisione assunta venerdì scorso di riprendere il lavoro in presenza per i/le dipendenti comunali per almeno tre giorni a settimana, visto il perdurare del periodo critico dell’emergenza sanitaria in atto. L’ordine del giorno, firmato in aula dai consiglieri Fattori, Campaniello, Bittini, Montera, Santi Casali, Licciardello, Manca, Lama, Errani, De Filippo, Colombo (Partito Democratico) e dalla consigliera Amelia Frascaroli (Città comune), è stato approvato con 26 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna) e 5 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna).