Consiglio comunale di Bologna, le delibere approvate

25

BOLOGNA – Nel corso della seduta odierna, il Consiglio comunale ha approvato tre delibere. La prima, approvata con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 7 contrari (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro), è una variazione al bilancio di previsione con applicazione dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio 2019. L’immediata esecutività della delibera è stata approvata con 21 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune), 7 contrari (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro).

Il Consiglio ha poi approvato, con 28 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna) e 6 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna), il Regolamento per la tutela e la valorizzazione dei saperi, delle attività e delle produzioni agro-alimentari tipiche che prevede l’istituzione di una Denominazione comunale d’origine.

Approvato infine il Piano comunale della Attività Estrattive (PAE), con 21 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune) e 12 non votanti (Movimento 5 stelle, Lega nord, Coalizione civica, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, gruppo misto-Nessuno resti indietro, gruppo misto-Al centro Bologna). Stesso esito per l’immediata esecutività della delibera.