Conoscere l’endometriosi

33
A.P.E. – Flash Mob Roma 2014

Il 16 marzo 2022 a Castel Bolognese (RA) la conferenza aperta alla popolazione, organizzata dal Comune con l’A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi, con esperti della malattia

CASTEL BOLOGNESE (RA) – Si conosce ancora troppo poco e le diagnosi sono lunghe, con un ritardo che va dai 5 agli 8 anni. La buona informazione sull’endometriosi, malattia cronica che colpisce circa il 10% della popolazione femminile italiana e molte giovani donne, è fondamentale per approcciarsi alla patologia e trovare il miglior percorso terapeutico, ma anche per dare supporto alle persone care che convivono con essa. Il Comune di Castel Bolognese (RA) ha organizzato, in collaborazione con l’A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi – che unisce pazienti volontarie di tutta Italia -, un incontro pubblico, aperto a tutta la popolazione, con esperti della patologia, in occasione del mese sulla consapevolezza, che a marzo 2022 vede un susseguirsi di iniziative dedicate alla conoscenza della malattia.

Alle 20.30 del 16 marzo 2022, negli spazi del “Teatrino del Vecchio Mercato” in Via Rondanini 19 a Castel Bolognese, si incontreranno Annalisa Frassineti, presidente dell’A.P.E., Laura Letizia, psicologa e psicoterapeuta, Giuseppe Sintini, ex Primario emerito U.O Ginecologia e Ostetricia Ospedale Lugo, Ex Dir Dipartimento Materno Infantile AUSL Ravenna. La serata, introdotta dalla vicesindaco e assessora ai servizi sociali Ester Ricci Maccarini, sarà occasione per informarsi sull’endometriosi, capire quali sono i percorsi terapeutici, i servizi a disposizione, lo stile di vita da assumere e i centri specializzati a cui affidarsi, dissipare dubbi e curiosità.

Cos’è l’endometriosi? L’endometriosi è una malattia infiammatoria cronica che colpisce in Italia circa il 10% della popolazione femminile in età fertile, anche se i dati sono estremamente parziali e probabilmente sottostimati. I sintomi più diffusi sono: forti dolori mestruali ed in concomitanza dell’ovulazione, cistiti ricorrenti, irregolarità intestinale, pesantezza al basso ventre, dolori ai rapporti sessuali, infertilità nel 35% dei casi. Per una malattia di cui non si conoscono ancora le cause, per la quale non esistono cure definitive né percorsi medici di prevenzione, per limitare i danni che l’endometriosi provoca, è fondamentale fare informazione per creare consapevolezza!

L’A.P.E. è una realtà nazionale che da oltre 16 anni informa sull’endometriosi, nella consapevolezza che l’informazione sia l’unica prevenzione ad oggi possibile.

Sul sito dell’APE – www.apendometriosi.it – ci sono tutte le informazioni utili e i progetti per aiutare concretamente le donne affette da endometriosi e per entrare a far parte della rete nazionale.