Commissione Europea: il Progetto Sirius coordinato dall’Università di Parma tra i “successi” della ricerca finanziata

17

Per l’Ateneo partecipa il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali

PARMA – Il Progetto Europeo Horizon 2020 Sirius “Skills and Integration of Migrants, Refugees and Asylum Applicants in European Labour Markets” coordinato dall’Università di Parma, in particolare dal Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, è stato riconosciuto dalla Commissione Europea tra i casi di “successo” della ricerca finanziata dalla Commissione stessa. Nel sito della Commissione il Progetto Sirius figura come “Success story”.

È l’Ateneo di Parma a guidare il Progetto in qualità di Lead Partner. Tra le attività del Progetto, particolare importanza riveste l’applicazione Workeen, creata da un team di ricercatori di scienze sociali ed economiche e da ingegneri con sede in sette Paesi europei e in Canada per fornire un servizio di tutorial e training sulle soft skills per i migranti in cerca di lavoro. Attraverso un’esperienza interattiva, chi utilizza l’applicazione può cercare un lavoro, prepararsi per un colloquio e apprendere di quali competenze trasversali ha bisogno per avere successo nel lavoro stesso. È prevedibile che l’applicazione Workeen gioverà ai cittadini europei perché l’integrazione dei migranti nei mercati del lavoro contribuirà ad affrontare alcune sfide urgenti per il momento attuale.

Nell’ambito del Progetto Sirius si è tenuta nei giorni scorsi una tavola rotonda online, con partecipanti da più nazioni, sull’applicazione Workeen. A breve è in programma un altro webinar per discutere con esponenti dello scenario europeo gli effetti del coronavirus sul lavoro migrante in Europa.