Circolazione sospesa in via Panni fino al 7 settembre

6
Modena

Poi verrà ripristinato il senso unico. Provvedimento all’altezza del passaggio a livello necessario nell’ambito dei lavori di Fer per la realizzazione del sottopasso

MODENA – Continua fino al 7 settembre la sospensione della circolazione su via Panni a Modena, in entrambi i sensi di marcia all’altezza del passaggio a livello della linea ferroviaria Modena-Sassuolo. Il provvedimento, prorogato su richiesta dell’azienda che sta eseguendo i lavori, è necessario nell’ambito dell’intervento per la realizzazione del sottopasso di via Panni, a cura di Fer (Ferrovie Emilia-Romagna) per ragioni di sicurezza e per garantire il ripristino del transito ferroviario Modena-Formigine prima della riapertura delle scuole.

Al termine di questo periodo di chiusura totale alla circolazione stradale, la viabilità su via Panni tornerà a essere quella prevista per la prima fase di lavori, fino a fine novembre, cioè con transito a senso unico con direzione da via Giardini verso via Fratelli Rosselli nel tratto tra via Beato Angelico e l’ingresso provvisorio perdonale dell’Istituto Charitas e la velocità massima consentita sarà a 30 chilometri orari. L’intervento, della durata complessiva di quasi un anno e mezzo, proseguirà a seguire con una seconda fase di lavori che richiederà nuovamente la sospensione totale della circolazione sulla via.

Dalla rotatoria di via Fratelli Rosselli in direzione via Giardini sarà possibile percorrere via Panni esclusivamente per raggiungere l’ingresso del Charitas e l’area degli orti per anziani. Allo stesso modo, da via Giardini sarà possibile raggiungere la zona fino a via Beato Angelico. Per l’intera durata dell’intervento rimarrà occupata l’area di parcheggio del parco Amendola su via Panni. Per il traffico di attraversamento della zona sono previsti assi stradali alternativi: in particolare, per gli spostamenti est-ovest di medio-corto raggio potrà essere percorso stradello Saliceta San Giuliano, per gli spostamenti di lungo raggio, invece, i percorsi consigliati sono viale Amendola per chi è più vicino al centro e strada Contrada per chi è in zona più periferica.

Il superamento del passaggio a livello di via Panni, con un intervento del valore di circa 5 milioni di euro, è reso necessario dalla prossima introduzione del Sistema di Controllo Marcia Treno che aumenterà la sicurezza della circolazione ferroviaria ma determinerà anche un allungamento dei tempi di chiusura dei passaggi a livello.