Cimitero monumentale di Forlì

30

Sono in corso i lavori di manutenzione straordinaria, demolizione e ricostruzione di 3 scale di accesso ai loculi. Le parole dell’Ass.re Cicognani: “opere improcrastinabili per garantire la sicurezza e la staticità delle strutture”

FORLÌ – Sono in corso in queste settimane i lavori di demolizione e ricostruzione di 3 scale di accesso ai blocchi loculi a colombari presso il Cimitero Urbano di Forlì, di proprietà comunale, sito in via Ravegnana.
“L’edificio” – spiega l’Ass.re ai lavori pubblici Vittorio Cicognani – “costituisce una delle più notevoli architetture cimiteriali della Romagna. È stato costruito a partire dal 1811 per l’esigenza sempre più sentita di dare sepoltura in luoghi fuori dalle mura della città, ed ora è inserito all’interno della corona del nostro centro urbano, ampliato più volte. Le aree di intervento riguardano 3 vani scala ubicati in due blocchi separati di loculi a colombari, collocati sul lato opposto all’ingresso principale e facilmente raggiungibili dall’ingresso secondario su via Tripoli. Non appena insediatici” – aggiunge Cicognani – “abbiamo riscontrato l’urgenza di intervenire anche in questi spazi per ridare loro la giusta dignità e la necessaria sicurezza. Basti pensare che una di queste scale si trova in condizioni di comprovata instabilità e pericolo ed era inaccessibile da diversi anni. Consci del valore che rivestono questi luoghi e del risvolto emotivo che suscitano nei famigliari e amici dei defunti, abbiamo voluto avviare i lavori il prima possibile.”
“Gli interventi in corso garantiranno il ripristino della staticità, della sicurezza e della fruibilità di tutte 3 le scale” – aggiunge l’Ass.re Giuseppe Petetta – “in questi mesi abbiamo ricevuto tantissime segnalazioni, da parte di altrettanti forlivesi, riguardanti l’impossibilità di usufruire in sicurezza di queste scale e il dispiacere derivante dalla mancata manutenzione e cura di questi spazi. D’intesa con l’Ass.re Cicognani ci siamo quindi mossi per sanare in tempi certi e rapidi questa spiacevole situazione e molto presto i nostri cittadini potranno accedere alle tombe dei propri cari in totale sicurezza.”