Cesenatico: Ciri Ceccarini omaggia Raoul Casadei

7

Oggi alle ore 18.00 Live Guitar Project alla Casa dei Romagnoli. “Un grande onore suonare sulla spiaggia del Re del Liscio, artista e uomo indimenticabile”

CESENATICO (FC) – Il cantautore e performer Ciri Ceccarini porterà domani, 25 luglio 2021 a partire dalle ore 18.00, il suo Live Guitar Project sulla spiaggia 18 di Valverde presso la Casa dei Romagnoli.

L’aperitivo musicale sarà condito dei più famosi brani di musica d’ascolto con un pensiero e un omaggio particolare che Ciri vorrà dedicare ai Re del Liscio, Raoul Casadei, rileggendo e interpretando con un tocco tutto personale i suoi brani più famosi.

“Sono lieto e particolarmente emozionato per questa serata che mi porta praticamente a casa di un monumento della musica italiana quale è Raoul Casadei, colui che ha fatto conoscere al mondo intero le note e la tradizione della nostra Romagna. Per questo ho deciso, anche in accordo con la cara amica Carolina Casadei, di fare questa dedica incentrando i punti salienti dello spettacolo al ricordo di un Artista e di un grande uomo che sarà sempre nel cuore di tutti noi romagnoli e di tutti gli italiani. Con un grazie ovviamente esteso a tutta la famiglia Casadei così gentile da ospitare il nostro show.”

Ciri Ceccarini è nato a Modena nel 1980, figlio di una famiglia molisana, riminese d’adozione.

Ciri (il cui vero nome è Christian Emanuel Di Pasquale) si consacra divertendosi nel capoluogo romagnolo dove, già a vent’anni, scrive canzoni, organizza e autoproduce spettacoli, crea costumi e mette insieme generi diversi di musica e non solo. Appassionato ascoltatore di Battiato e Battisti (di cui nel 2008 ha celebrato il decennale dalla scomparsa sul palco del Gilda a Roma con una innovativa versione del brano L’aquila https://youtu.be/jeAwwnkqNPY).

Il trasformismo sul palcoscenico diventa presto la bandiera per il suo impegno civile grazie al brano “Sono ciò che sono”, manifesto di inclusione sociale contro l’omofobia che lo porta ad esibirsi in numerose manifestazioni per i diritti civili da Genova a Roma, fino ad ottenere nel 2009 un riconoscimento dall’allora ministra per le Pari Opportunità, Mara Carfagna.

Il suo repertorio spazia dalla musica da balera (è autore del brano Balla la vita suonato e inciso dall’Orchestra Grande Evento) al pop.

Partecipa più volte alle selezioni per Castrocaro e ad Area Sanremo dove arriva alle fasi finali, ultima nel 2014 con il brano Ciliegi e Rose.

Nello stesso anno con il brano Sotto le stelle, disponibile su ITunes e su tutte le piattaforme digitali vince il primo premio al Limatola Festival e il talent Strafactor dell’emittente radio-tv Icaro Rubicone.

Nel 2016 si classifica al primo posto nel concorso In Canto a Morciano con una splendida versione acustica, pianoforte e voce de Il gigante e la bambina, scritto da Lucio Dalla per Ron e proprio in ricordo del grande cantautore bolognese è tra gli artisti che in piazza, nel capoluogo emiliano, si esibiscono nel concerto Una statua per Lucio

Recentemente ha duettato col rapper riminese Fadamat nel brano L’amore divora e preso parte, nel 2020, insieme a numerosi artisti della scena cantautorale riminese, alla realizzazione della compilation E la chiamano Rimini, pubblicata poi nell’estate, su tutti gli store web e su supporto fisico.

All’inizio del 2021 è stato ospite al concerto streaming “K-Rimini Crew” visualizzatile anche in differita sul sito officinariminiarte.it, tenutosi al teatro Novelli di Rimini.