Cattolica, le riasfaltature proseguono

38

La prossima settimana mezzi all’opera in via Di Vittorio. Oltre metà delle strade cittadine riqualificate. I cantieri in città proseguiranno con un investimento raddoppiato per il prossimo triennio

CATTOLICA (RN) Il prossimo lunedì, 14 dicembre, torneranno in azione i mezzi per nuove riasfaltature in città. Gli operai saranno al lavoro per riqualificare l’intera via Di Vittorio. In via preliminare l’intervento prevede la bonifica in corrispondenza degli ammaloramenti al manto stradale causati dalle radici dei pini. Si proseguirà con la scarifica e la fresatura dell’esistente e verrà, quindi, realizzata la nuova pavimentazione in asfalto. Per agevolare i lavori lungo l’arteria cittadina, si provvederà alla temporanea chiusura al traffico veicolare deviando i mezzi nelle traverse limitrofe. Si interverrà impegnando, di volta in volta, metà della carreggiata ed garantendo il passaggio a residenti e autobus di linea. Portati a termine i lavori lungo la via Di Vittorio, i mezzi si sposteranno nelle piazze Kennedy e De Gasperi che verranno anch’esse riqualificate.

Gli ottimi risultati dal punto di vista della velocità, della qualità e quantità di interventi, flessibilità e prezzi (mediamente inferiori tra il 20 e 25% rispetto agli standard) hanno “premiato” la comunità permettendo di riqualificare attraverso un accordo quadro oltre le metà delle strade in meno di tre anni. Per dare ulteriore linfa e vigore all’azione di riqualificazione della città dall’Amministrazione Comunale è arrivato il via libera ad un nuovo accordo quadro. Per il prossimo triennio è stata messa a bilancio una somma più che doppia rispetto al primo accordo quadro passando da 3 milioni a 6,5 milioni di euro. Col nuovo accordo, che andrà a gara, non si prevedono lavori unicamente per le strade ma si include anche la possibilità di affidare interventi sui corpi edilizi degli edifici comunali ed in operazioni di dragaggio.

L’attuale Accordo ha avuto sul importante impatto territorio. Per darne contezza dell’impatto che il primo accordo ha avuto sul territorio comunale, basti considerare come la città possegga un totale di circa 70 km lineari di arterie e sulla metà, oltre 35 km, si siano effettuati lavori di riqualificazione. Il primo Accordo Quadro ha consentito di intervenire in aree e strade in cui non si interveniva da anni, in alcuni casi decenni, come ad esempio la zona Artigianale, le vie Po, Emilia-Romagna, Allende, Mazzini, Garibaldi, Calbral, Francesca da Rimini, del Partigiano, Irma Bandiera, Del Prete e numerose ulteriori arterie. Non sono mancati lavori di realizzazioni di percorsi ciclabili protetti, come ad esempio la pista sul cavalcavia della provinciale Saludecese, nonché le riasfaltature di parcheggi (cimitero, piscina, ecc.).

“Continuiamo ad investire attraverso il sistema dell’accordo quadro che ci ha consentito – aveva commentato il Sindaco Mariano Gennari – di riqualificare numerosissime aree della città che, in alcuni casi da decenni, necessitavano di attenzione e sensibilità. Interverremo su tutta la città, ma non è possibile farlo tutto in un’unica volta. Abbiamo organizzato una metodologia ed uno strumento i cui benefici ricadranno su tutta la comunità. Con questo procedimento innovativo, abbiamo conseguito risparmi, economie di scala, impossibili da immaginare con il metodo tradizionale di affidamento frazionato dei lavori. Mai più strade cittadine ridotte allo stremo, così come abbiamo ricevuto in eredità dalle precedenti amministrazioni. La manutenzione della nostra città costituisce un presidio non solo di sicurezza ma un biglietto da visita imprescindibile per una località turistica come Cattolica”.